Politica: Donne dagli occhi grandi

Tema della seconda teca 2003 è la "politica".
I testi esposti tracciano un itinerario della “politica delle donne”, dall’eguaglianza e pari opportunità al pensiero della differenza. Testimoniano la storia del movimento emancipazionista e di quello femminista, la messa in scena di una politica autonoma dal pensiero e dal simbolico maschile, il desiderio di conoscenza, la creazione della pratica del partir da se e della relazione con l’altra/o, l’avvenimento della libertà femminile, il ridisegnare altre forme della politica. E ancora, storie di donne comuni, che in momenti cruciali della loro vita riescono a mettere in moto i destini di uomini e donne, e diventano donne esemplari.
Che cos’è la politica?

Che cos'è la politica?

Hannah Arendt, a cura di Ursula Ludz

Nel 1955 venne proposto ad Hannah Arendt di scrivere un’Introduzione alla politica. Non doveva essere un trattato di carattere accademico: “Ho in mente una esposizione estremamente semplice. Non si tratterà di una discussione dei concetti-chiave delle scienze politiche e sociali odierne bensì di una introduzione a quello che realmente è la politica e ai presupposti fondamentali dell’esistenza umana con i quali il politico ha a che fare”.

Crinali. Le zone oscure del femminismo

Crinali. Le zone oscure del femminismo

Paola Melchiori

Crinali, sentieri accidentati si possono definire i percorsi delle donne in questi anni nella ricerca di una identità propria, non segnata dalle attribuzioni dei generi storici. Crinali non solo perché i margini di invenzione delle vite e delle rappresentazioni del mondo si sono rivelati estremamente precari, infinitamente più ambigui del previsto, continuamente minacciati dal cadere nei modelli consolidati del maschile e femminile.

Diario di una giovane palestinese

Diario di una giovane palestinese

Aine Cavallini

Quando un popolo geme, dilaniato dalle angherie di un invasore più forte di lui, quando la sua umanità viene calpestata, i diritti elusi e la pazienza esasperata; quando il nome di una nazione viene cancellato dalle mappe del mondo e la sua dignità e orgoglio vengono frustrati; quando tutto ciò avviene l’essere umano insorge.

Donna, donne e femminismo. Il dibattito politico internazionale

Donna, donne e femminismo. Il dibattito politico internazionale

Aurelia Camparini

“Nell’illuminismo il concetto di diritto legato alle leggi naturali non doveva necessariamente tradursi in affermazioni di eguaglianza tra i sessi”: è una tra le molte valutazioni critiche contenute nel saggio, frutto di studi approfonditi che l’autrice ha svolto sui classici del pensiero politico, su lavori storici, letterari, sulla pubblicistica militante.

Con la forza della non violenza. Voci di donne curde e turche

Donne in nero. Con la forza della non violenza. Voci di donne curde e turche

a cura Elvira Reale

Le Donne in nero nascono nel gennaio 1988 in una piazza di Gerusalemme ovest, dall’incontro di sette donne israeliane. Manifestano in silenzio per un’ora ogni venerdì con cartelli a forma di mano che dicono “STOP THE OCCUPATION”.

Fenicotteri in volo. Donne comuniste nel ventennio fascista

Fenicotteri in volo. Donne comuniste nel ventennio fascista

Patrizia Gabrielli

“Fenicotteri” era il nome dato nei primi anni del Partito comunista italiano agli attivisti che si dedicarono al capillare lavoro di rete, di collegamento, di diffusione della stampa clandestina, di proselitismo e di assistenza: un lavoro, a cui presero parte le donne, che assicurò la sopravvivenza del PCd'I durante il fascismo.

Il mondo sotto brevetto

Il mondo sotto brevetto

Vandana Shiva

La questione apparentemente astratta della proprietà intellettuale si sta trasformando in uno strumento finalizzato al saccheggio delle risorse naturali del pianeta da parte delle grandi corporation, con l’appoggio del Wto e delle grandi istituzioni transnazionali.

L’eredità del femminismo per una lettura del presente

L'eredità del femminismo per una lettura del presente

AA.VV.

Seminario. Milano - novembre 2000 - gennaio 2001 - aprile 2001

La coscienza di sfruttata

La coscienza di sfruttata

Luisa Abbà, Gabriella Ferri, Giorgio Lazzaretto, Elena Medi, Silvia Motta

L’autore di questo lavoro è un gruppo di cinque persone (quattro donne e un uomo) che si è formato nelle lotte studentesche del ’68 alla facoltà di sociologia di Trento, dove sono rimasti sino alla laurea per trasferirsi poi a Milano.

La De Magistris

La De Magistris

Eleonora Chiti

Ma cosa ci fanno tante donne nel tempio della cultura patriarcale? E cosa ci fa tanta cultura patriarcale nelle mani delle donne? La professoressa è la femmina del professore, come l’elefantessa?

La differenza politica

La differenza politica

Maria Luisa Boccia

Ogni forma di sapere corrisponde a un ordine costruito dal punto di vista maschile: anzi, la nozione stessa di umanità si fonda sul genere maschile. La modernità ha fatto suo questo assunto e vi ha basato la pretesa universalistica delle forme politiche, oltre che della tradizione culturale dell’Occidente.

Le donne entrano in scena. Dalle suffragette alle femministe

Le donne entrano in scena. Dalle suffragette alle femministe

Annie Goldmann

Dalle suffragette degli inizi dei secolo fino al movimento femminista degli anni Settanta, la storia delle conquiste femminili è contrassegnata da una serie di successi ma anche da problemi ancora aperti.

Lessico politico delle donne: teorie del femminismo

Lessico politico delle donne: teorie del femminismo

a cura di Manuela Fraire

Teorie del femminismo è uno dei sei volumi che compongono il Lessico politico delle donne pubblicato alla fine degli anni '70, a ridosso del rapimento Moro e del drammatico cambiamento dello scenario politico nel quale il movimento femminista era nato e cresciuto.

Movimento a più voci

Movimento a più voci. Il femminismo degli anni Settanta attraverso il racconto di una protagonista

Maria Schiavo

Un legame prezioso unisce il movimento delle donne agli anni Settanta, in seguito quasi del tutto occultato. In realtà, inghiottiti dai drammatici avvenimenti degli anni successivi, gli anni Settanta sono divenuti una sorta di mito. Intoccabili, o piuttosto da dimenticare.

Non un passo indietro! Storia delle Madres de Plaza de Mayo

Non un passo indietro! Storia delle Madres de Plaza de Mayo

AA.VV.

Questa è una storia di morte ma è anche una bella storia di vita. Un lungo cammino iniziato più di 20 anni fa, nel lontano 30 aprile 1977, quando un gruppetto di donne coraggiose scese nella piazza principale di Buenos Aires per esigere giustizia.

Oltre il femminismo. Le donne nella società pluralista

Oltre il femminismo. Le donne nella società pluralista

Claudia Mancina

Le donne sono presenti ormai in tutti gli ambiti della società, nelle attività produttive così come nelle professioni e nella scienza, nella politica e in campo militare, pur continuando a svolgere mansioni tradizionalmente femminili, legate alla riproduzione e alla cura della famiglia.

Un’eredità senza testamento. Inchiesta di “Fempress” sui femminismi di fine secolo

Quaderni di Via Dogana. Un'eredità senza testamento. Inchiesta di "Fempress" sui femminismi di fine secolo

AA.VV.

Eduardo Galeano, il grande scrittore uruguayano autore di Le vene aperte dell'America Latina, sostiene che il mondo che si dice civile e democratico, non sapendo risolvere i problemi della povertà, ha deciso di fare la guerra ai poveri.

Resisté. Racconti e riflessioni di una donna che ancora resiste

Resisté. Racconti e riflessioni di una donna che ancora resiste

Lidia Menapace

Il nostro presente è segnato dalla crescita di nuove destre di massa che, quando non rivalutano esplicitamente il fascismo, attaccano sempre e comunque la Resistenza e l’antifascismo.

Riguardarsi. Manifesti del movimento politico delle donne in Italia, anni’70-’90

Riguardarsi. Manifesti del movimento politico delle donne in Italia, anni'70-'90

a cura di Emma Baeri e Annarita Buttafuoco

Catalogo della mostra organizzata dalla Fondazione Elvira Badaracco a Milano, presso il teatro dell’Unione femminile nazionale dal 22 febbraio al 20 marzo 1996.

Sull’eguaglianza e l’emancipazione femminile

Sull'eguaglianza e l'emancipazione femminile

John Stuart Mill, Harriet Taylor, a cura di Nadia Urbinati

I saggi sull'eguaglianza e l'emancipazione femminile di John Stuart Mill e di sua moglie Harriet Taylor costituiscono uno dei tentativi più coerenti di imporre all'attenzione del dibattito politico e filosofico la condizione di dominio subito dalle donne nella famiglia e nella società, conseguenza di un sistema educativo che faceva apparire l'inferiorità femminile come naturale e legittima.

Sulla rivoluzione

Sulla rivoluzione

Hannah Arendt

Nell'opera di Hannah Arendt, Sulla rivoluzione, occupa una posizione centrale, insieme riflessione teorica ed esperienza morale della sua piena maturità. In questo libro, ormai considerato un classico, confluiscono i motivi fondamentali della sua ricerca e appare in tutto il suo significato l'idea alla quale è rimasta fedele tutta la vita...

Una questione di libertà. Il femminismo degli anni settanta

Una questione di libertà. Il femminismo degli anni settanta

Aida Ribero

Nel 2000 il neofemminismo compie trent'anni: fu alla fine degli anni Sessanta che migliaia di donne di tutto l'occidente sentirono, pensarono e agirono unite da un comune obiettivo: la fine del «patriarcato». Da che cosa erano spinte? Che cosa rifiutavano e che cosa affermavano quelle donne?

Via dogana. Rivista di pratica politica

Via dogana. Rivista di pratica politica - n. 63, dicembre 2002

AA.VV.

New York, Afghanistan, Palestina, Israele, Bali, Iraq: luoghi lontani - di alcuni conservo immagini inevitabilmente superficiali di viaggi, altri non li ho nemmeno mai visti, eppure sono dentro di me, in una mia personale geografia della lacerazione. Uno scenario interiore reso muto dalla consapevolezza che, davanti a ciò che accade, la cifra della mia esistenza è l'irrilevanza.