Multiculture: vite di donne tra tempi e spazi

Ampie geografie, moltitudini di racconti tra passato e presente, ascolti di vite sapienti, relazioni non escludenti l’altro/a, che restituiscono l’irriducibilità della cultura altra ed il senso cosmopolita.
“Le definizioni schiacciano ogni ricchezza e potenzialità … non siamo immigrate, emigranti, badanti, colf, operatrici, mediatrici … siamo i nostri nomi, le nostre storie e le nostre memorie, i nostri corpi … Siamo tutte portatrici di bagagli, portiamo valigie tutte da aprire, mostrare, condividere, regalare e raccontare …”
(Serena Sartori).

Si ringrazia Mario Laporta per aver gentilmente acconsentito alla riproduzione delle sue fotografie

Copyright © Biblioteca Nazionale di Napoli
Tutti i diritti riservati. E' vietata la pubblicazione, su supporti cartacei e digitali, senza autorizzazione
© Le immagini e i testi riprodotti sono di proprietà dei rispettivi autori ed editori e sottoposti alle normative vigenti per la tutela del diritto d'autore
Alla scuola dei taleban

Alla scuola dei taleban

Giuliana Sgrena

Il talebanismo non è finito con la caduta di Kabul. Questo libro indaga il diffondersi di una moderna ideologia oscurantista, che volge in negazione delle libertà e oppressione delle donne la resistenza contro la globalizzazione occidentale.

Autobiografie negate. Immigrati nei lager del presidente

Autobiografie negate. Immigrati nei lager del presidente

Federica Sossi

Questo libro è la testimonianza di un viaggio attorno a quei luoghi che la legge Turco-Napolitano chiama Centri di permanenza temporanea e assistenza, istituiti per trattenervi gli stranieri in via di espulsione, luoghi di reclusione per persone che non hanno commesso alcun reato e in cui gli stranieri trattenuti vengono fatti sparire prima di essere espulsi.

Chi muta, Dio l’aiuta

Chi muta, Dio l’aiuta

Giovanna Nigi

Mi ha colpito il suo modo pacato, insieme veloce e attento, di dire le cose, di tessere l'ordito del racconto - persone, volti, sfondi, oggetti.

Colonie, coloniali. Storie di donne, uomini e istituti fra Italia e Africa

Colonie, coloniali. Storie di donne, uomini e istituti fra Italia e Africa

Carla Ghezzi

L’opera pubblicata nella collana “Studi e ricerche” dell’Istituto italiano per l’Africa e l’Oriente, raccoglie alcuni saggi di argomento coloniale che Carla Ghezzi, bibliotecaria dell’Istituto, ha pubblicato negli ultimi anni su periodici come “Studi piacentini”, “Africa”, “Il Politico” ecc.

Come il re e la regina. Di padre in figlio un lungo racconto sul Novecento

Come il re e la regina. Di padre in figlio un lungo racconto sul Novecento

Graziella Bonansea

Una sola voce spia l’incalzare della vicenda: quella di un figlio che narra prima del padre poi di sé. Alle spalle il carattere funesto degli avvenimenti del Novecento, le guerre, il fascismo, i difficili anni del secondo dopoguerra.

Domestic violence among some Palestinian refugee communities in Lebanon

Domestic violence among some Palestinian refugee communities in Lebanon: an exploratory study and ideas for further action

a cura di Aziza Khalidi

Questo documento è la relazione di una ricerca condotta dall’Associazione Najdeh nelle comunità dei rifugiati palestinesi in Libano. È un resoconto del lavoro svolto per quest' impegnativa ricerca, dove i ritrovamenti erano direttamente incanalati verso un piano di sviluppo per un intervento all’indirizzo del problema.

Donne 2000

Donne 2000. A cinque anni dalla Conferenza mondiale di Pechino le cose fatte, gli ostacoli incontrati, le cose da fare

a cura di Chiara Ingrao e Cristina Scoppa

Nel settembre del 1995, circa 17 mila persone si sono ritrovate a Pechino per partecipare alla quarta Conferenza mondiale delle Nazioni Unite sulle donne.

Donne disarmanti. Storie e testimonianze su non violenza e femminismi

Donne disarmanti. Storie e testimonianze su non violenza e femminismi

a cura di Monica Lanfranco e Maria G. Di Rienzo

Questo libro vuole contribuire a rafforzare quella rete di donne, e di donne e uomini, che credono che l’unico modo per costruire il mondo diverso possibile sia usare la forza della nonviolenza.

Femminismo e lotte di liberazione nei paesi arabo-islamici

Femminismo e lotte di liberazione nei paesi arabo-islamici (Algeria, Egitto, Palestina, Tunisia)

AA.VV.

Il volume raccoglie una serie di saggi che illustrano le forme "ibride" di espressione della modernità al femminile, in un mondo arabo-musulmano in preda ad un grande fermento socio-culturale, volto a ridefinire le identità individuali e collettive.

Genere, etnia e classe: Migrazioni al femminile tra esclusione e identità

Genere, etnia e classe: Migrazioni al femminile tra esclusione e identità

Giovanna Campani

Il volume affronta i concetti di genere, etnia e classe nel loro intreccio complesso, a partire dall'analisi delle migrazioni femminili, considerate nella loro dimensione storica e nelle dinamiche attuali. Vengono analizzate le esperienze che le migrazioni femminili hanno rappresentato e rappresentano in Europa e negli Stati Uniti.

Gente di Baghdad. Una donna racconta la vita quotidiana in Iraq

Gente di Baghdad. Una donna racconta la vita quotidiana in Iraq

Nuha al-Radi

Dall’Iraq una donna racconta la vita sotto le bombe e sotto embargo.
E’ un resoconto fatto delle piccole cose della quotidianità e delle grandi tragedie di un paese che non ha diritto alla pace.

I Catari e la Civiltà mediterranea

I Catari e la Civiltà mediterranea

Simone Weil

Ci sono molteplici vie per il cammino dello spirito, ciascuna ha il suo canto, tappa dopo tappa. Può sembrare che esse divergano, in realtà disegnano uno stesso territorio. (Simone Weil)

Il Dio delle donne

Il Dio delle donne

Luisa Muraro

“C'era una volta una creatura mendicante che cercava Dio”, comincia la breve autobiografia di Margherita Porete nello Specchio delle anime semplici, e continua: lo cercò nelle cose create, senza trovarlo, finché non ebbe l'idea di cercarlo nell'intimità della mente, e “fu così che scrisse questo libro: voleva che il suo prossimo trovasse Dio in lei, attraverso le sue parole”.

Il maschio camaleonte. Strutture patriarcali nell’impero ottomano e nella Turchia moderna

Il maschio camaleonte. Strutture patriarcali nell’impero ottomano e nella Turchia moderna

Ayse Saracgil

Il processo di modernizzazione che ha coinvolto la società turco-mussulmana a partire dalla prima metà dell'Ottocento ha avuto forti ripercussioni sull'organizzazione dei rapporti di dominio. La cultura maschile e le strutture patriarcali, espressioni privilegiate delle concezioni più intime del potere, sono state sottoposte a forti pressioni per un cambiamento.

Il trono del drago

Il trono del drago

Fatima Curzio

Nella Cina imperiale durante gli ultimi anni della dinastia manciù, sullo sfondo degli avvenimenti storici che segnarono gli inizi del '900, l'autrice, sinologa eterodossa, dipana una trama avvincente dall'esito imprevedibile.

In metamorfosi. Verso una teoria materialista del divenire

In metamorfosi. Verso una teoria materialista del divenire

Rosi Braidotti

Teorica femminista che ama giocare con le metafore e muoversi tra linguaggi all'apparenza distanti, alla filosofia al cinema, dalla teoria politica alla semiotica, Rosi Braidotti si interroga sulle implicazioni etiche, politiche e umane della condizione postmoderna e sul rapporto tra donne e uomini, su ciò che li separa e li unisce, sulla loro accidentata convivenza.

Islam e democrazia. La paura della modernità

Islam e democrazia. La paura della modernità

Fatema Mernissi

L’Islam è compatibile con la democrazia? Il dispotismo è destinato a prevalere nel mondo islamico, o sarà invece possibile l'affermazione di società pluraliste e democratiche? Quali sono le responsabilità dell'Occidente nell'instaurazione di regimi islamici autoritari, particolarmente ostili alle donne e ai loro desideri e diritti?

La convenzione contro il razzismo

La convenzione contro il razzismo

AA.VV.

Presidenza del Consiglio dei Ministri, Commissione nazionale per la parità e le pari opportunità tra uomo e donna, La convenzione contro il razzismo. La convenzione delle Nazioni Unite per la eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale

France Quéré, La donna e i Padri della Chiesa

La donna e i Padri della Chiesa

France Quéré

Attraverso un approfondito esame dei testi patristici France Quéré tenta di far giustizia di questi luoghi comuni, mettendo in evidenza come ai tempi di Girolamo, Agostino e Giovanni Crisostomo si siano scontrate in Occidente due culture: quella pagana che alla donna chiedeva sottomissione e obbedienza e quella cristiana che valorizzava invece l'uguaglianza e la libertà dei figli di Dio.

La prigioniera. Dal palazzo reale alle carceri marocchine

La prigioniera. Dal palazzo reale alle carceri marocchine

Malika Oufkir, Michèle Fitoussi

Il destino di Malika Oufkir, figlia di uno degli uomini più influenti e di una delle donne più affascinanti del Marocco, è la reclusione. A cinque anni, adottata dal re come compagna di giochi della principessa, viene strappata dalla famiglia e rinchiusa nella gabbia dorata dell’harem di corte, tra feste, lusso, viaggi esotici.

La signora delle paludi

La signora delle paludi. Identità femminile e cronaca di viaggio in "Travels in West Africa" di Mery Kingsley

Nicoletta Brazzelli

Mary Kingsley (1862-1900) viaggia da sola in Africa tra il 1893 e il 1895 e si confronta senza paura con l'ignoto e con il diverso, superando pregiudizi eurocentrici e stereotipi maschili.

La terza torre. Libertà, sicurezza, diritti civili e terrorismo dopo l’11 settembre

La terza torre. Libertà, sicurezza, diritti civili e terrorismo dopo l’11 settembre

Giulia Fossà

La strage dell’11 settembre ha aperto una nuova fase nella storia del mondo. Il terrorismo ha rotto ogni schema ... Ha devastato i simboli della nostra civiltà opulenta, distruggendo le torre gemelle…

La Voce delle Donne Libere in Afghanistan

La Voce delle Donne Libere in Afghanistan

a cura di Donne in nero, RAWA e HAWCA

Penso ed agisco perché mediazione, lotta contro povertà ed ingiustizia, non guerra o bombardamenti, siano la soluzione dei conflitti. Non sono un’anima bella. Ho testa e corpo nella complessità e contraddizioni dei conflitti.

Le imperdonabili

Le imperdonabili, Etty Hillesum, Cristina Campo, Ingeborg Bachmann, Marina Cvetaeva

Laura Boella

Perfezione è la parola chiave dell’imperdonabile: essa riassume un intero catalogo di virtù legate alla verità, alla bellezza, alla aristocrazia: silenzio, attesa, capacità di durare, grazia, leggerezza, ironia, sensi fini, occhio fermo, chiarezza, sottigliezza, agilità, impassibilità.

Le Matriarche Sara, Rebecca, Rachele e Lea

Le Matriarche Sara, Rebecca, Rachele e Lea

Caterine Chalier

Sara, Rebecca, Lea, Rachele - le madri di Israele, le quattro matriarche - appaiono, attraverso le righe di Catherine Chalier, nella loro verità biblica: nella loro antichità che è anche viva presenza, nella loro grandezza che è anche estrema prossimità di persone, nel loro mistero che è anche sfavillio e grazia.

Le mediterranee. Diritti universali e culture diverse. Atti della Conferenza EuroMediterranea

Le mediterranee. Diritti universali e culture diverse. Atti della Conferenza EuroMediterranea

AA.VV.

È passato più di un anno da quando si è tenuto il convegno “Diritti universali e culture diverse”, di cui qui pubblichiamo gli atti. Ma non è certo esaurito l’interesse per l’argomento e a tenerlo vivo può contribuire anche la passione di cui sono intrisi gli interventi qui riportati, di donne e di uomini che si interrogano sui diritti di cittadinanza delle donne che abitano le sponde del Mediterraneo.

Patrie elettive. I segni dell’appartenenza

Patrie elettive. I segni dell’appartenenza

a cura di Clara Gallini

Il titolo viene da La Terra del rimorso di Ernesto de Martino, dove si allude alla Puglia come «patria elettiva» del tarantismo, ma ne rielabora l’originario senso metaforico per insistere sulle caratteristiche «funzionali» del grande teatro in cui si mettono in scena oggi le appartenenze territoriali.

Persepolis

Persepolis - Vol. 1, 2, 3

Marjane Satrapi

“Persepolis” di Marjane Satrapi, nata e cresciuta a Teheran e poi trasferitasi in Europa dove ha studiato disegno e illustrazione a Vienna e Strasburgo, è il primo fumetto iraniano mai pubblicato, una storia di formazione e anche la testimonianza ironica e appassionata di come si riesca a sopravvivere ai lenti cambiamenti che una dittatura apporta alla vita quotidiana.

Recinti e finestre. Dispacci dalle prime linee del dibattito sulla globaloizzazione

Recinti e finestre. Dispacci dalle prime linee del dibattito sulla globaloizzazione

Naomi Klein

No Logo ha articolato e messo in pagina i pensieri e gli interrogativi di una generazione in movimento, ne ha fotografato la presa di coscienza e le prime uscite pubbliche, accompagnandone il cammino e localizzandone le proposte.

Sharon e mia suocera. Diari di guerra da Ramallah

Sharon e mia suocera. Diari di guerra da Ramallah

Suad Amiry

Una donna palestinese, colta, intelligente e spiritosa, tiene un 'diario di guerra'. Gli israeliani sparano ma, nella forzata reclusione fra le pareti domestiche, 'spara' anche la madre del marito, una suocera proverbiale.

Terra bruciata. Le stragi naziste sul fronte meridionale

Terra bruciata. Le stragi naziste sul fronte meridionale

a cura di Gabriella Gribaudi

L'ordine emanato il 18 settembre comandava di avanzare distruggendo il territorio e lasciando alle spalle "terra bruciata" senza alcun riguardo verso la popolazione.

Terra madre. Sopravvivere allo sviluppo

Terra madre. Sopravvivere allo sviluppo

Vandana Shiva

“Terra madre è un libro di Vandana Shiva, un’indiana dall’intelligenza acuminata come una spada. Le sue ricerche sono mirate a un recupero della dimensione sacrale della natura un antico concetto dell’induismo oggi più che mai attuale”. (Grazia Francescato)

Ti scrivo da sotto le bombe

Ti scrivo da sotto le bombe. Pagine di rabbia e di speranza delle donne contro la guerra e le violenze nella ex Yugoslavia

a cura di Monica Lanfranco e Cristina Papa

E-mail, telefonate, lettere, fax: Ti scrivo da sotto le bombe, è una raccolta di appelli, sfoghi, denunce e annunci di mobilitazione, incontri, dibattiti, sit-in che le donne hanno scritto e vissuto nel lungo spazio delle terribile escalation del conflitto nel Kosovo.

Una lingua in viaggio. Incontri, percorsi e mete dell’inglese di oggi

Una lingua in viaggio. Incontri, percorsi e mete dell’inglese di oggi

Bruna Di Sabato

Questo saggio intende porre all’attenzione dei lettore alcune delle caratteristiche della comunicazione del nuovo millennio. La lingua è uno strumento in continua evoluzione, e il lessico rispecchia questo percorso evolutivo.

Genesis. Rivista della Società Italiana delle Storiche

«Genesis. Rivista della Società Italiana delle Storiche», a. 1, n. 1, 2002

Dedicare il primo numero di Genesis al tema Patrie e appartenenze ci è sembrata per più versi una scelta capace di aprire interrogativi e orizzonti di ricerca particolarmente fruttuosi per la storia delle donne e dell’identità di genere. Le appartenenze - alla famiglia, alla classe sociale, al partito, alla cultura, alla religione, oltre che all’etnia e alla patria - contribuiscono infatti in modo decisivo a determinare le identità individuali e collettive e si declinano in modo diverso per uomini e donne.