Aggiornamenti 2008

Questa rubrica, utilizzando le più recenti acquisizioni della biblioteca, si propone di arricchire le bibliografie dei temi trattati nelle precedenti teche.
agc10

Bisogno di credere. Un punto di vista laico

Julia Kristeva

Julia Kristeva, intellettuale, semiologa, psicoanalista, scrittrice, ha accettato una sfida alta: parlare al pubblico raccolto nella prima chiesa cattolica di Francia niente meno che della sofferenza.

ag21

Critica della violenza etica

Judith Butler

Questo libro nasce da un interrogativo: come è possibile parlare di filosofia morale nel quadro della società contemporanea? Porre la domanda in questi termini significa accettare che i problemi morali non solo emergano in un contesto di relazioni sociali, ma che la forma che tali problemi assumono cambi in base a quel contesto e da quel contesto siano inseparabili.

agc15

Da vittime a cittadine. Percorsi di uscita dalla prostituzione e buone pratiche di inserimento sociale lavorativo

AA.VV.

Iniziativa Comunitaria Occupazione e valorizzazione delle risorse umane II Fase, anni 1997/99. Progetto Multiregionale Volet NOW Regione Emilia Romagna, Abruzzo, Lazio e Piemonte. Titolo progetto: Una strada per le donne.

ag29

Diritti di cittadinanza e lotta contro la violenza di genere. Atti del Seminario transnazionale, Roma, 25 febbraio 2008

AA.VV.

È con moltissimo piacere che vi dò il benvenuto oggi alla Casa internazionale delle donne.

agc9

Donne alle urne. La conquista del voto. Documenti 1864-1946

a cura di Marina d'Amelia

Nel 1946 le donne italiane votano per la prima volta. Poche tra quelle che con slancio ma ordinatamente fanno la fila ai seggi, chi con un bambino in braccio, chi orgogliosa del vestito più bello, chi trepidante ed esausta dopo mesi di impegno politico, sanno che quel giorno vede la realizzazione di speranze e aspettative che in passato hanno caratterizzato più di una generazione di donne.

ag18

Donne e forze armate: principi di diritto comparato

Mariejeanne Allasinaz

Il binomio donne e Forze armate sembra una contraddizione insanabile: l'esercito, le armi, la forza sono tra le caratteristiche più tipicamente maschili attraverso le quali l'uomo si contrappone e si è sempre contrapposto alla donna.

agc12

Donne in relazione. La rivoluzione del femminismo

María-Milagros Rivera Garretas

Donne in relazione racconta il femminismo nell’esperienza e nella riflessione di una donna che ha abitato negli Usa, vive in Spagna e ha molti legami con l’Italia. Il femminismo di cui parla si basa sulla presa di coscienza personale e sulla relazione, non sui diritti, e ha operato un cambio di civiltà grazie al quale “il dialogo tra una madre e una figlia sui fondamenti della vita entra nella politica contemporanea”.

ag3c

Donne nella Croce rossa italiana tra guerre e impegno sociale

Stefania Bartoloni

Il Corpo delle infermiere volontarie è forse quello più noto tra le varie componenti della CRI, ma all’interno dell’istituzione la presenza di migliaia di donne appartenenti alle Sezioni femminili precede di quasi cinquant’anni quella delle crocerossine.

agc4

Eretiche ed erotiche. Le donne, le idee, il cinema

a cura di Giulia Fanara, Federica Giovannelli

L’erotismo dei corpi, le eresie dei sentimenti e del pensiero. Due registri che la filosofia occidentale e il discorso sulla donna nelle società eurocentriche hanno tenuto separati, facendo di questa scissione il luogo di costruzione dell’immagine femminile.

ag23

Giuseppa, Genoveffa e le altre... Donne nell'occhio della satira durante gli anni del fascismo (1923-1944)

a cura di Rossella Coarelli e Anna Maria Imperioso

La documentazione iconografica che viene presentata è la sintesi di una ricerca che prosegue uno studio svolto nel 1999 sulla figura femminile attraverso i periodici satirico-umoristici editi dall'unità d'Italia alla prima guerra mondiale.

agc2

Il centro della cattedrale

Monica Farnetti

Delle pagine autobiografiche di cinque grandi autrici italiane del Novecento Monica Farnetti analizza quelle dedicate all’infanzia e alle due esperienze che segnano con forza i primi anni della vita e li rendono memorabili: la scoperta dello spazio e l’acquisizione della lingua.

ag24

Il cuore sacro della lingua

a cura di Chiara Zamboni

La lingua materna è un parlare affettivo, carnale, appreso nell'infanzia, che ci accompagna nei momenti più veri della nostra esistenza.

ag16

Il silenzio dell'innocenza

Somaly Mam

“Mi chiamo Somaly; o, per lo meno, così mi chiamo adesso. Come tutti, in Cambogia, di nomi ne ho avuti parecchi.

agc1

L'amicizia pura. Un itinerario spirituale

Simone Weil

I quasi due anni passati a Marsiglia durante l’occupazione, tra il 1940 e il 1942, rappresentano nella vita di Simone Weil la stagione dell’amicizia, per la cui maturazione la scrittura epistolare diventa lo strumento più congeniale.

ag17

La libertà in formazione. Studio su Jeanne Hersch e María Zambrano

Stefania Tarantino

Questo libro di Stefania Tarantino è un saggio sulla natura della vocazione filosofica che, ricostruendo, interpretando e interrogando con cura e attenzione il percorso di ricerca di due grandi filosofe del secolo scorso, Jeanne Hersch e María Zambrano, esemplifica nitidamente la vocazione filosofica dell'autrice.

agc13

La scrittura del deserto. Malinconia e creatività femminile

Wanda Tommasi

Il deserto e l’aridità, di cui i periodi malinconici della nostra esistenza ci costringono talvolta a fare esperienza, sono momenti di paralisi delle nostre risorse creative, della nostra capacità di investimento affettivo, della nostra apertura intenzionale al mondo e agli altri.

ag22

La vita alla radice dell'economia

a cura di Vita Cosentino e Giannina Longobardi

Questa pubblicazione nasce da un seminario tenuto a Verona 1'11 e il 12 maggio 2007, presso la sala convegni della Banca Popolare di Verona, come momento conclusivo del progetto Ec.co.mi. Le giornate di studio sono state organizzate da Mag di Verona, dalla Libera Università dell'economia Sociale - Lues, dalla Libera Università dell'incontro, dalla Rete delle Città Vicine e dalla Libera università del bene Comune.

agc6

Le donne che leggono sono pericolose

Stefan Bollmann e Elke Heidenreich

Attraverso i dipinti, i disegni e le fotografie questo volume racconta la storia appassionante della lettura femminile dal Medioevo al XXI secolo. Il tema della lettrice ha affascinato gli artisti di tutte le epoche.

ag26

Leggere le voci. Storia di Lucciola rivista manoscritta al femminile

a cura di Paola Azzolini e Daniela Brunelli

I fatti piccoli e grandi del quotidiano, la trama sottile dei sentimenti e dell’immaginario, le intermittenze del cuore; ma anche i grandi problemi sociali, la guerra, il lavoro, l’infanzia derelitta, il voto alle donne, il femminismo, tutto il mondo variegato dell’Italia fra il 1908 e il 1926, si riflette nelle pagine di Lucciola, la rivista scritta a mano in un'unica copia da un gruppo di donne colte e sensibili, che percorre l’Italia dalle Alpi alla Sicilia, affidata alle Regie Poste, per ben diciotto anni.

ag25

Lettera dall'inferno a mia madre e ai miei figli

Ingrid Betancourt

Questo testo è stato scritto il 24 ottobre 2007 da Ingrid Betancourt, che il 22 febbraio 2002 è stata sequestrata dalle FARC, le Forze armate rivoluzionarie della Colombia che tengono in ostaggio da anni diverse altre centinaia di persone.

ag33

Lucia. Interventi in occasione dell'incontro alla Mensa dei Bambini Proletari, 30 novembre 2007

a cura dell'Associazione "Madrigale per Lucia"

Per ricordare Lucia Mastrodomenico, il 30 novembre de1 2007, a quasi un anno dalla sua morte, l'associazione che porta il suo nome promosse un incontro presso la sede della Mensa Bambini Proletari, in Via Cappuccinelle a Tarsia.

ag35

Mondi femminili in cento anni di sindacato

a cura di Gloria Chianese

Il mondo delle donne attraversa e s'incrocia con la realtà del sindacato, ma si tratta di una presenza per molti aspetti sommersa, difficile da leggere sia sul piano dell'identità collettiva che nel fitto intreccio dei percorsi individuali.

agc7

Note di un metodo

María Zambrano

Per la prima volta pubblicato in Italia, Note di un metodo appartiene agli scritti dell’ultimo periodo della vita della pensatrice spagnola, che ruotano intorno al problema della ragione poetica.

ag19

Oltre i propri confini

Luce Irigaray

Questo libro è stato ideato in Italia, oltre i miei propri confini: nazionali, culturali, linguistici. Mi pare che sia un nostro compito oggi essere capaci di varcare tutte le frontiere, senza tuttavia perdere la nostra identità né nuocere a quella dell'altro.

ag36

Orrorismi. Ovvero della violenza sull'inerme

Adriana Cavarero

Nella lunga storia della distruzione, è l'orrore a condensare il senso della violenza contemporanea. “Guerra”, “terrorismo”, “nemico” e altre categorie della tradizione politica si mostrano inadeguate rispetto alla realtà dell'attuale carneficina degli inermi.

ag34

Per Angela. A proposito di Angela Putino. Simone Weil. Un'intima estranietà

AA.VV.

Per Angela. A proposito di Angela Putino. Simone Weil. Un’intima estranietà, Incontro tenutosi a Fisciano il 16 febbraio 2007

agc11

Qualcosa su mia madre

Lucia Valenzi

Litza Cittanova nasce a Tunisi il 1 gennaio 1917. Il padre Jacques e la madre Ines Fiorentino sono ebrei italiani, da tempo insediati in Tunisia. Il padre però opta per la cittadinanza francese.

ag31

Relazioni. Differenza sessuale e fenomenologia

Federica Giardini

Essere e avere un sesso fa differenza? Dalla seconda metà del Novecento molte donne e alcuni uomini hanno risposto di si.

ag30

Ritratti di Famiglia. Ricordi della famiglia de Martino

Adriana Fortunato

Il 17 giugno 1985, alle nove di sera, ci siamo riuniti, i cugini de Martino, Porzio e Fortunato (solo quelli residenti a Napoli), per leggere le ultime volontà di zia Matilde, e per dividere i suoi risparmi e gli ultimi oggetti e gioielli della famiglia.

ag28

Shock Economy

Naomi Klein

Che cosa hanno in comune l'Iraq dopo l'invasione americana, lo Sri-Lanka post-tsunami, New Orleans dopo l'uragano Katrina, le dottrine liberiste della Scuola di Chicago e alcuni esperimenti a base di elettroshock finanziati dalla Cia negli anni Cinquanta?

agc8

Simone Weil. Un'intima estraneità

Angela Putino

Nel 1937 Simone Weil prese parte, insieme al fratello André, a un incontro di matematici fortemente segnato dalla teoria di Cantor sugli infiniti attuali. Questo episodio, generalmente confinato in una pagina della sua biografia, è posto da Angela Putino al centro di una interpretazione penetrante e originale, destinata a modificare il panorama degli studi weiliani.

agc5

Una filosofa innamorata. María Zambrano e i suoi insegnamenti

Annarosa Buttarelli

L’eredità filosofica della spagnola María Zambrano va letta in chiave di pensiero e di scrittura di trasformazione, sottraendola al setaccio dell’esercizio critico e dialettico e mettendone piuttosto in evidenza i lati dirompenti nel confronto con la tradizione del pensiero occidentale e i differenti modi di stare al mondo.

ag20

Vieni avanti che non ci son dei sassi. Un'esperienza di teatro

Monica Mioli

Monica Mioli ha attraversato come una meteora, breve e luminosa, la galassia di quello che è stato di volta in volta definito teatro di base, teatro di gruppo, teatro di ricerca, teatro comico: teatro.

agc14

Visibilità senza potere. Le sorti progressive ma non magnifiche delle donne giornaliste italiane

Milly Buonanno

Al pari di molte altre professioni tradizionalmente maschili, il giornalismo si è aperto all’ingresso delle donne. La televisione, popolata come non mai di presenze femminili negli studi dei telegiornali e sui luoghi, anche remoti e rischiosi, degli eventi notiziabili, esibisce alla percezione collettiva le prove più convincenti perché visibili di questa trasformazione.

ag32

Vivere da protagoniste. Donne tra politica, cultura e controllo sociale

a cura di Patrizia Gabrielli

Con i processi di modernizzazione che segnano l'Italia tra Otto e Novecento e con la nascita dei movimenti per il suffragio e per l'emancipazione, le donne vanno acquisendo una maggiore visibilità sia nello spazio privato che in quello pubblico.

ag27

La sfida etica al multiculturalismo. Riflessioni su un saggio di Susan Moller Okin

Angela Maria Graziano

Il multiculturalismo danneggia le donne?, si chiedeva Susan Moller Okin, teorica del femminismo e studiosa del pensiero politico occidentale, suscitando vivaci commenti da parte di teorici politici e filosofi che si confrontano con lei sulla tensione esistente fra il multiculturalismo e il femminismo.