Colportage et lecture populaire. Imprimés de large circulation en Europe XVIème-XIXème siècles

Autore:
AA.VV.
Editore:
IMEC Éditions — Éditions des la Maison des Sciences de l’Homme, Paris
Tipo:
Saggio
Anno edizione:
1996
Anno e mese di inserimento:
11/07/2006
Fondato nel 1988 e installato in un’abbazia della bassa Normandia, l’ IMEC, Institut Mémoires de l’Édition Contemporaine, “raccoglie, conserva e valorizza fondi di archivio e studi dedicati alle principali case editrici, alle riviste e ai diversi attori della vita del libro e della creazione”. Tra le sue attività editoriali la collezione «In Octavo», in cui appaiono, a cura di Roger Chartier e Hans-Jürgen Lüsebrink, gli atti del Colloquio svoltosi dal 21 al 24 aprile 1991 a Wolfenbüttel e focalizzatosi, come riassume nella sua Postfazione Lüsebrink, su tre assi, il concetto di «letteratura popolare», lo studio delle filiazioni testuali, il fenomeno del commercio ambulante attraverso quattro secoli. Tra i vari contributi di studiosi di diverse aree nazionali, Ludovica Braida affronta il tema Gli almanacchi italiani. Evoluzione e stereotipi di un genere (XVII-XVIII secolo).
Sempre promossi dall’IMEC, in Biblioteca, i volumi La Belle Époque des revues, 1880-1914, Histoires de la lecture : un bilan des recherches e Livres et lecture en Russie.