Ecosphera

ecosphera
Editore:
UTET, Torino
Anno edizione:
2010
Anno e mese di inserimento:
01/11/2012

Diretto dal filosofo della scienza Telmo Pievani e dal paleontologo Niles Eldredge, un progetto culturale in 6 volumi che ha l’obiettivo di “fornire gli strumenti più aggiornati per comprendere le sfide planetarie poste oggi in essere dal rapporto tra l'uomo e l'ambiente, ricorrendo alle competenze interdisciplinari più autorevoli e avanzate che emergono, a livello internazionale, in campi di studio anche molto diversi tra loro, ma egualmente indispensabili per dipanare i fili del possibile futuro del pianeta: l'ecologia, l'economia, la demografia, la geopolitica, le scienze fisiche e le scienze della Terra, la teoria dell'evoluzione, la medicina, la teologia”. In effetti, sottolineano i curatori, in contrasto con luoghi comuni ricorrenti, le mitiche, idilliache, età dell’oro preindustriali, premoderne, contraddistinte da un perfetto equilibrio tra uomo e ambiente naturale, non sono mai esistite, una sostenibilità assoluta non è mai stata realizzata nella storia dell’umanità, anche se certamente l’epoca attuale vede sulla scena realtà scientifiche, tecnologiche dirompenti in una misura mai registrata in precedenza. La soluzione prospettata, tenendo conto delle ferite sempre più gravi inferte all’ambiente, pur rifiutando catastrofismi assoluti, è quella di un “ambientalismo scientifico”, un’analisi del futuro del pianeta ancorata ad evidenze scientifiche verificabili, quantificabili e precise, senza scadere nell'ostilità verso la scienza e le tecnologie alle quali al contrario ci si affida come “strumenti indispensabili per trovare soluzioni alternative”.
Il primo volume - Il sistema terra – descrive le caratteristiche della terra come sistema dinamico di tipo fisico e biologico.
Il secondo volume -  Le crisi del pianeta – costruisce una mappa ragionata delle crisi globali del pianeta.
Il terzo volume - Geografia delle emergenze – tratta delle emergenze in corso e dei rischi connessi.
Il quarto volume - Opportunità e interdipendenze – descrive i progetti messi in campo per uscire dalle emergenze.
I volumi quinto e sesto elencano in forma di dizionario tutti gli argomenti trattati.
All’opera è allegato un Portfolio con sedici foto di grande formato di grandi fotografi da sempre sensibili alla questione ambientale.
Oltre ai già citati Pievani e Eldredge, al fondatore della sociobiologia Edward O. Wilson, al geologo studioso di mutamenti climatici Edmond A. Mathez, al teorico della biodiversità Norman Myers, a conferma dell’ispirazione programmatica aperta e pluralista, hanno contribuito 250 studiosi internazionali appartenenti a differenti settori disciplinari (biologi, genetisti, economisti, filosofi, storici, geografi, sociologi, architetti).

Telmo Pievani

Telmo Pievani


Niles Eldredge

Niles Eldredge