Giambattista Vico e Giacomo Leopardi

Luogo:
Sala Rari
Data:
venerdì 20 novembre, ore 15.30
Anno:
2015
Categoria:
Convegni / Conferenze
Giambattista Vico e Giacomo Leopardi



Giambattista Vico e Giacomo Leopardi
Un progetto di ricerca


Prolusioni di

  • Andrea Battistini
  • Antonio Prete

Interventi

  • Vera Valitutto, Direttrice della Biblioteca Nazionale di Napoli
  • Fabio Corvatta, Presidente del Centro Nazionale di Studi Leopardiani
  • Manuela Sanna, Direttrice ISPF del CNR
  • Matteo Palumbo, Università degli Studi di Napoli “Federico II”
  • Fabiana Cacciapuoti, Biblioteca Nazionale di Napoli

In Sezione Manoscritti e rari, a partire dalle ore 14.30, saranno esposti alcuni autografi vichiani e leopardiani


Il 20 novembre Andrea Battistini e Antonio Prete, due dei massimi studiosi di Giambattista Vico e di Giacomo Leopardi, parleranno dei due autori nella Biblioteca Nazionale, che ne conserva gli autografi. 
Molti studiosi di Leopardi si sono interrogati sulla possibile conoscenza, da parte del poeta, della Scienza Nuova di Giambattista Vico. In numerosi luoghi dello Zibaldone di pensieri, infatti, si individuano convergenze tra le riflessioni di Leopardi ed il pensiero vichiano per quanto attiene a diversi campi di ricerca: dall'indagine antropologica a quella storica, che tiene conto dell'alternanza di fasi di civiltà e di regressioni barbariche, fino all'interesse gnoseologico per i nessi tra linguaggio e immaginazione o per le forme del simbolo e del mito, come traduzione della storia dei popoli. Un'archeologia dei saperi che permea entrambe le opere, di Leopardi e di Vico, e che induce a ritenere quest'ultimo come una delle fonti implicite dello Zibaldone.


Giambattista Vico e Giacomo Leopardi, locandina