Il sogno di Aldo

Luogo:
Sala Esposizioni
Data:
18 dicembre-29 febbraio (prorogata al 23 aprile)
Anno:
2015
Categoria:
Mostre/Esposizioni
Il sogno di Aldo



Il sogno di Aldo
Umanesimo e stampa nell'officina di Manuzio

Mostra bibliografica e iconografica


Sala Esposizioni, 18 dicembre 2015-29 febbraio 2016  (prorogata fino al 23 aprile)

apertura: lunedì-venerdi, ore 9-18.00; sabato ore 9-13.00

Inaugurazione venerdì 18 dicembre, ore 11, Sala Rari

Intervengono

  • Vera Valitutto, Direttrice della Biblioteca Nazionale di Napoli
  • Marco Santoro, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli
  • Paola Zito, Seconda Università degli Studi di Napoli


Nel quinto centenario della morte di Aldo Manuzio la Biblioteca Nazionale di Napoli intende ricordare la figura del grande editore umanista con una mostra che ripercorre le tappe salienti del suo percorso culturale e tipografico. La Biblioteca custodisce una cospicua raccolta di edizioni aldine che comprende la quasi totalità delle 131 stampate, alcune in più copie, dagli Erotemata di Costantino Lascaris usciti il 28 febbraio del 1495 al De rerum natura di Lucrezio la cui edizione fu completata nel gennaio del 1515, pochi giorni prima della morte, avvenuta il 6 febbraio del 1515. A Manuzio si deve lo studio e la diffusione della cultura greca nei suoi testi in lingua originale e la trasformazione del libro a stampa in principale mezzo della trasmissione e della comunicazione della conoscenza umana. Aldo comprese le potenzialità insite nell’invenzione della stampa a caratteri mobili e con l’impiego del carattere corsivo e i libri di piccolo formato – libelli portatiles in formam enchiridii - che racchiudono sia i classici latini e greci che le edizioni in lingua italiana, traghetta la stampa nel nuovo secolo con criteri di modernità ed efficienza divenendo un modello a cui si sono ispirati i tipografi dei secoli seguenti. 


Il sogno di Aldo, locandina