Gestire il nuovo, conservare l’antico

Luogo:
Napoli, Grand Hotel Parker's, corso Vittorio Emanuele 135, Sala Ferdinando IV
Data:
19-20 maggio
Anno:
2011
Categoria:
Convegni / Conferenze
Logo Conferenza Nazionale dei direttori delle biblioteche pubbliche statali 2011

Conferenza nazionale dei Direttori delle Biblioteche Pubbliche Statali

Nell'ambito delle iniziative in favore del sistema bibliotecario italiano la Direzione Generale per le biblioteche, gli istituti culturali e il diritto d'autore ha promosso la Conferenza nazionale dei Direttori delle Biblioteche Pubbliche Statali: Gestire il nuovo, conservare l'antico. Le biblioteche nel XXI secolo, che si terrà a Napoli dal 19 al 20 maggio 2011. presso il Grand Hotel Parker's, Corso Vittorio Emanuele, n. 135.
La Conferenza nazionale, articolata su due giorni, sarà l'occasione per dar luogo ad un consesso specialistico e ad un fertile confronto sulle esperienze delle Biblioteche Pubbliche Statali e per discutere sulle funzioni degli istituti bibliotecari, chiamati a mantenere l'equilibrio tra antico e contemporaneo, a contemperare esigenze di conservazione e di valorizzazione, a valutare le necessità delle sedi monumentali, a gestire l'informazione e la sua circolazione, a confrontarsi con l'operato e con i servizi bibliotecari offerti oltre i confini della nostra nazione. Ciò per favorire il percorso avviato con la diffusione delle reti e per procedere nella logica del cosiddetto villaggio globale, che suggella la natura sovranazionale, sovralinguistica e sovraetnica della biblioteca pubblica.
L'evento costituirà un momento fondamentale per riflettere sulle trasformazioni che attualmente le biblioteche di tutto il mondo stanno vivendo, in ragione della diffusione delle moderne tecnologie. Quest'ultime, infatti, hanno determinato la scansione di una tappa significativa del settore e ricadute più forti delle metamorfosi generate dall'invenzione della stampa.
In merito allo svolgimento dell'iniziativa, si desidera inoltre comunicare che in seno alla manifestazione è prevista la presentazione di un progetto editoriale promosso dalla Direzione Generale per le Biblioteche per celebrare il 150° anniversario dell'Unità d'Italia. Il Vademecum delle Biblioteche pubbliche statali e degli Istituti culturali è uno strumento di agile consultazione ideato per presentare gli istituti bibliotecari e culturali e i loro servizi e costituisce una pratica pubblicazione, veicolata da un grande pregio grafico e un significativo corpus contenutistico-informativo, finalizzata a valorizzare le strutture architettoniche, il retaggio storico, le scelte innovative seguite all'evoluzione dell'edilizia bibliotecaria e lo straordinario patrimonio bibliografico e architettonico che l'Italia possiede e che ha contribuito a legittimare la sua identità culturale, riconosciuta a livello mondiale.

La partecipazione alla conferenza è su invito o su prenotazione fino a esaurimento posti 

Conferenza Nazionale dei direttori delle biblioteche pubbliche statali 2011

Programma

Giovedì 19 maggio 2011

09.00-09.30
Registrazione / Welcome coffee

09.30-10.30
Saluto delle Autorità

E' stato invitato il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, On. Giancarlo Galan

Francesco Maria Giro
Sottosegretario di Stato del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Roberto Cecchi
Segretario Generale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Caterina Miraglia
Assessore all'Istruzione e Edilizia Scolastica -Promozione culturale - Musei e Biblioteche della Regione Campania

Gregorio Angelini
Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania

Stefano Caldoro
Presidente della Regione Campania

Maurizio Fallace
Direttore Generale per le biblioteche, gli istituti culturali e il diritto d'autore
introduce e presenta il volume
"Le Biblioteche pubbliche statali: storia e sedi nei 150 anni dell'unificazione nazionale. Vademecum delle Biblioteche Pubbliche Statali e degli Istituti culturali",
realizzato dalla Direzione Generale

____

interventi

coordina Marcello Andria
Direttore del Centro Bibliotecario di Ateneo dell'Università di Salerno

10.30-10.45

Vecchie biblioteche nuovi lettori
Osvaldo Avallone, Direttore della Biblioteca Nazionale Centrale "Vittorio Emanuele II" di Roma

10.50-11.05
Social network e mondo della lettura
Marino Niola, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli

11.10-11.25
Il patrimonio digitale culturale in rete. Strategie e progetti
Rosa Caffo, Direttore dell'Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni Bibliografiche

11.30-11.45
Le navigazioni di un lettore in rete
Massimo Capaccioli, Università degli Studi di Napoli "Federico II"

11.50-12.05
Statuto normativo dei Beni Culturali ed intervento giudiziario
Giovanni Melillo, Procuratore della Repubblica aggiunto di Napoli

12.10-12.25

Comunicazioni
Andrea De Pasquale,
Roberto Di Carlo

13.00
Lunch

15.00-15.15
La salvaguardia dei Beni Culturali
Carmine Elefante, Comandante del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Napoli

15.20-15.35
The World Digital Library and the italian participation
John Van Oudenaren, Director World Digital Library, The library of Congress - Washington

15.40-15.55
Le biblioteche anche spazi espositivi
M. Letizia Sebastiani, Direttore della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

16.00-16.15
La tecnologia disabilitante
Giampiero Griffo, Membro del Consiglio Nazionale sulla Disabilità

16.20-16.35
Le Biblioteche monumentali: musei o biblioteche
Paolo Mascilli Migliorini, Soprintendenza per i beni architettonici, paesaggistici, storici, artistici ed etnoantropologici per Napoli e provincia

16.40-16.55
Dalla parte della carta: tradizione e prospettive
M. Cristina Misiti, Direttore dell'Istituto Centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario

17.00
Coffee break

17.30-19.30
Comunicazioni
Angiola Maria Napolioni
Luca Bellingeri

Dibattito e quesiti
Incontro con Angela Benintende e Nicola Macrì della Direzione Generale

____

Venerdì 20 maggio 2011

09.30-09.45
Le biblioteche: conservazione e promozione del libro
Gian Arturo Ferrari, Presidente del Centro per il libro e la lettura

09.50-10.05
La percezione del libro
Marco Santoro, Università di Roma "La Sapienza"

10.10-10.25
Il Territorio Digitale - La Strategia diTelecom Italia
Andrea Maria Nicola Costa, Responsabile Vertical Marketing & Smart Service di Public Sector Telecom Italia

10.30-10.45
Le collezioni dal privato al pubblico
Diomede Falconio, Notaio in Napoli

10.50-11.05
I circuiti della comunicazione
Mauro Giancaspro, Direttore della Biblioteca Nazionale "Vittorio Emanuele III" di Napoli

11.10-11.25
Audioteca. Progetto per centri di ascolto in biblioteca
Massimo Pistacchi, Direttore dell'Istituto Centrale per i beni sonori e audiovisivi

11.30
Coffee break

12.00-12.15
Istituti Culturali e la rete delle biblioteche italiane
Franco Salvatori, Presidente dell'Associazione Istituti Culturali Italiani

12.20-12.35
Le biblioteche campane crocevia tra con- servazione e servizi innovativi
Loredana Conti, Soprintendente ai beni librari della Regione Campania

12.40-12.55
Il Maggio dei libri e le iniziative del Centro per il libro e la lettura
Flavia Cristiano, Direttore del Centro per il libro e la lettura

13.00-13.15
Comunicazioni
M. Cristina Di Martino
Giovanna Lazzi

13.30
Lunch

15.00-17.00
Le biblioteche: quale futuro
Tavola rotonda con Luca Bellingeri, Simonetta Buttò, M. Cristina Di Martino, Marco Paoli, M. Concetta Petrollo, Vera Valitutto
presiede il prof. Maurizio Fallace


L’accelerazione vertiginosa dell’innovazione tecnologica dell’ultimo ventennio, che ha investito il mondo dell’informazione e della comunicazione, mutando la fisionomia dei media e delle forme del sapere, ha coinvolto globalmente anche la vita e il funzionamento delle biblioteche e impegna chi ha il compito di organizzarle e dirigerle nella gestione di un processo di rinnovamento in continua evoluzione.
La nascita di nuovi strumenti di diffusione delle conoscenze da un lato ha strappato al libro e alla scrittura su carta un antico monopolio, dall’altro ha spinto le biblioteche pubbliche ad operare su territori, come quelli dell’informatica, del digitale, delle reti e dei network, misurandosi con agguerriti competitor e affiancandosi a partner che si pongono, gli uni e gli altri, di volta in volta ora come strumenti alternativi ora come mezzi complementari nella ricerca, nella conservazione della memoria, nella comunicazione.
Una nuova straordinaria fase, di portata forse ancora più rivoluzionaria di quella gutenberghiana, e di quelle nate con le invenzioni del telegrafo, del fonografo e della televisione, è ormai in atto da quando il computer è entrato con le sue possibilità nella nostra vita, nelle case, negli uffici e nelle biblioteche, offrendo sempre nuove possibilità operative e mutando radicalmente modi di lavorare e perfino di pensare. ggi le biblioteche pubbliche possono contare su strumenti innovativi per affrontare le esigenze di informazione e comunicazione che si prefigurano all’orizzonte degli utenti, ma anche su procedure, e  infrastrutture che consentono di proteggere, custodire e promuovere l’antico, di cui le nostre biblioteche sono ricche e fiere, garantendogli un adeguato futuro. La Conferenza dei Direttori delle Biblioteche Pubbliche Statali si apre al dialogo condiviso ed offre un importante momento di riflessione – ad un tempo consuntiva e programmatica – sulla transizione delle nostre strutture da un passato di sicuro prestigio ad un futuro di spedito adeguamento alle necessità di informazione di una società sempre più orientata alla condivisione globale e globalizzata di un comune patrimonio di saperi e conoscenze.

Maurizio Fallace
Direttore Generale per le biblioteche, gli istituti culturali e il diritto d'autore