1856-2016. Centosessanta anni di carattere

Luogo:
Sala Esposizioni
Data:
21 gennaio - 28 febbraio
Anno:
2017
Categoria:
Mostre/Esposizioni
18562016, Centosessanta anni di carattere

1856-2016. Centosessanta anni di carattere

Mostra delle edizioni storiche Giannini
custodite presso la Biblioteca Nazionale di Napoli


In occasione dei 160 anni di attività delle Officine Grafiche Francesco Giannini la Biblioteca Nazionale di Napoli ha voluto allestire una mostra in collaborazione con la famiglia Giannini per documentare attraverso la ricchezza dei suoi fondi la storia dell'Officina.
Il percorso espositivo si sofferma in particolare sulle strenne che uscirono sotto forma di calendario-strenna dal 1882 al 1884. I Giannini si avvalsero dei contributi di noti esponenti della cultura dell'epoca legati da rapporti di collaborazione con la tipografia. Dopo i primi tre anni si verificò un'interruzione nella pubblicazione che riprese nel 1892 con una strenna mutata nel titolo e nella veste 
grafica e ricca di contributi e illustrazioni. La strenna dell'anno successivo è interamente dedicata all'opera di Bartolomeo Capasso, La casa e lafamiglia di Masaniello, che ripercorre le vicende di uno dei protagonisti della storia di Napoli. È ancora del 1893 la ristampa delle prime tre strenne uscite negli anni '80. La richiesta era giunta dai lettori delle strenne più recenti e, come scrivono Giuseppe e Nicola Giannini nella prefazione, lo scopo era di "dimostrare la tipografia napoletana non seconda a quella del resto d 'Italia". Alle strenne sono dedicate le prime tre teche della mostra che prosegue con immagini d'epoca della famiglia, in particolare di Francesco, capostipite di una numerosa discendenza dedita all'arte tipografica. Vari momenti storici della tipografia sono illustrati nella teca successiva attraverso una ricca documentazione fotografica proveniente dall'Archivio Giannini. Dalla carte Ranieri e dalle carte Rocco della Biblioteca Nazionale di Napoli provengono alcune testimonianze autografe, in gran
parte di Giuseppe Giannini, che documentano in particolare una delle pubblicazioni più note della casa editrice, Sette anni di sodalizio con Giacomo Leopardi di Antonio Ranieri del 1880. L'ultima teca è dedicata all'esposizione di alcune opere pregevoli per la rilegatura e per le illustrazioni che testimoniano l'attenzione della tipografia alla qualità delle pubblicazioni. La mostra si conclude con le due ultime strenne prodotte dallo Stabilimento tipografico, in occasione del 150° e del 160° anno
di attività, la prima del 2006 e l'ultima apparsa nel 2016 dal titolo La diversità nelle sue diversità.


sabato 21 gennaio, Salone di lettura

Ore 10.00

  • Inaugurazione

Ore 10.30

  • Saluto della  Direttrice della Biblioteca Nazionale di Napoli, Simonetta Buttò
  • Presentazione della Strenna Giannini: La diversità nelle sue diversità

Ore 11.00

  • Dialogano Guido D’Agostino, Professore di Storia Moderna dell’Università di Napoli Federico II e Vincenzo De Gregorio, Direttore Emerito del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli e Preside del Pontificio Istituto di Musica Sacra in Roma

Durante la presentazione verranno letti brani del volume a cura di Carla Giannini