Leonardo e il Rinascimento nei codici napoletani

Luogo:
Sale dell'Appartamento privato borbonico
Data:
12 dicembre 2019 - 13 marzo 2020
Anno:
2019
Categoria:
Mostre/Esposizioni
Leonardo e il Rinascimento nei codici napoletani


Leonardo e il Rinascimento nei codici napoletani
Influenze e modelli per l’architettura e l’ingegneria

Mostra bibliografica e iconografica

a cura di
Alfredo Buccaro e Maria Rascaglia
con la collaborazione di
Daniela Bacca, Francesca Capano, Maria Gabriella Mansi, Maria Ines Pascariello, Massimo Visone


Orario di apertura: lunedì-venerdi, ore 10-13

Visite guidate su prenotazione 


Giornata Inaugurale | 12 dicembre 2019 | ore 10 | Sala Rari

Saluti delle autorità

  • Simonetta Buttò, Direttrice Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni Bibliografiche
  • Gaetano Manfredi, Rettore Università di Napoli Federico II
  • Arturo De Vivo, Prorettore Università di Napoli Federico II
  • Piero Salatino, Presidente Scuola Politecnica e delle Scienze di Base dell’Università di Napoli Federico II
  • Edoardo Cosenza, Presidente Ordine degli Ingegneri di Napoli e provincia
  • Leonardo Di Mauro, Presidente Ordine degli Architetti di Napoli e provincia
  • Francesco Mercurio, Direttore Biblioteca Nazionale di Napoli

Relazioni

  • Carlo Vecce
    Leonardo: uno sguardo a sud
  • Mohammad Bagheri
    From Persian manuscripts to Leonardo work, in search out perpetual motion
  • Francesco Paolo Fiore
    Leonardo, Francesco di Giorgio Martini e Napoli
  • Alfredo Buccaro
    Leonardo e il Cinquecento nelle fonti napoletane tra architettura e ingegneria: dal Codice Corazza al Codice Tarsia
  • Maria Rascaglia
    Tracce vinciane e post-vinciane nel patrimonio della Biblioteca Reale

Visita guidata alla Mostra nelle Sale dell’Appartamento Privato Borbonico

La mostra, dedicata alla memoria di Carlo Pedretti, illustre studioso vinciano, vuole porre per la prima volta all'attenzione del grande pubblico le tracce della diffusione, diretta o indiretta, della lezione vinciana e rinascimentale post-vinciana nel contesto dell'architettura e dell'ingegneria del Mezzogiorno moderno, attraverso testimonianze manoscritte e a stampa sinora mai presentate al grande pubblico.
Trai pezzi di grande interesse il Codice Corazza, apografo vinciano seicentesco, pubblicato per la prima volta da Alfredo Buccaro sotto la guida di Carlo Pedretti, unitamente ai documenti del fondo Corazza della stessa Biblioteca ed il Codice Fridericiano, apografo cinquecentesco del Trattato della Pittura di Leonardo, acquisito nel 2015 dal Centro per le Biblioteche dell’Ateneo Federico II e apparso in pubblico in occasione della mostra sul tema del Salvator Mundi (Napoli, Museo Diocesano, 2017) curata dallo stesso Pedretti.
La mostra presenta al pubblico testimonianze manoscritte, iconografiche e bibliografiche esistenti presso le collezioni della Biblioteca Nazionale di Napoli, dell’Università di Napoli Federico II e di altre Istituzioni napoletane e italiane sul tema relativo a Leonardo e alla diffusione della lezione vinciana e rinascimentale nell’architettura e nell’ingegneria del Mezzogiorno moderno.


Leonardo e il Rinascimento nei codici napoletani, locandina