Banche dati, Open Archives, Libri elettronici

Banche dati

Le banche dati possono essere consultate, previa registrazione al servizio, presso la sezione Reference risorse digitali e nelle sezioni con terminali abilitati.

Le banche dati online sono risorse in abbonamento sottoscritte dalla biblioteca e consultabili solo in sede.
Le banche dati offline sono risorse in cd-rom o dvd-rom visibili solo in sede.
Le banche dati a libero accesso sono risorse selezionate nel web e consultabili anche da remoto.
Gli Open Archives sono risorse disponibili negli archivi delle università italiane a libero accesso e consultabili anche da remoto.

L'utilizzo dei dati deve tener conto della normativa in materia di diritto d'autore (L. 633/1941 e successive modifiche).

(ultima verifica: marzo 2017)

Risorse

Bella e ferace d’ingegni (se non tanto di coltura) Partenope. Il disegno napoletano attraverso le collezioni italiane ed europee tra sei e settecento.

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Arte - Napoli - Collezionismo - Sec. XVII-XVIII

Descrizione

 Mario Epifani, “Bella e ferace d’ingegni (se non tanto di coltura) Partenope”. Il disegno napoletano attraverso le collezioni italiane ed europee tra sei e settecento, Tesi di dottorato

Questa ricerca si incentra sulla conoscenza attuale dei disegni di artisti napoletani nel periodo che va dall’inizio del Cinquecento alla fine del Settecento, piuttosto limitata se confrontata con la ricchezza della produzione pittorica, scultorea ed architettonica che caratterizza l’ambito partenopeo in questo stesso periodo. Sono stati presi in considerazione solo i disegni che possono essere considerati napoletani, tralasciando quelli di formazione estranea all’ambito partenopeo. Durante la ricerca è stato possibile recuperare uno dei più antichi documenti relativi alla presenza di disegni in una collezione napoletana del Seicento, ovvero l’inventario dei beni appartenuti a Ferrante Spinelli, principe di Tarsia, datato 1654. Imprescindibile punto di partenza per la conoscenza delle collezioni di disegni presenti a Napoli nel Settecento sono le Vite di Bernardo De Dominici, opera in tre tomi pubblicata tra il 1742 e il 1745.

Bibliografia Machiavelliana (1987-2000)

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Machiavelli, Niccolò - Bibliografia

Descrizione

Longo Cioffi, Rosalba, Bibliografia Machiavelliana (1987-2000). In: Machiavelli nella cultura meridionale. Atti del Convegno: Napoli 27-28 novembre 1997. Teoria e Storia della Ragion di Stato, Quaderno n. 2. Archivio della Ragion di Stato, Napoli, pp. 275-298, 2001

La rassegna bibliografica raccoglie informazioni relative al pensiero politico di Machiavelli, al machiavellismo e all'antimachiavellismo in generale, escludendo però dal novero dei dati, tutto quanto faccia riferimento all'opera del letterato. è stata operata la scelta di tralasciare la citazione di tutte quelle opere che si presentano come manuali o sommari di Storia del pensiero politico, così come sono state escluse, allo stesso modo, le traduzioni e le edizioni commentate de Il Principe, con qualche rara eccezione dovuta alla particolarità del caso preso in considerazione.
Vengono invece menzionate le ristampe anastatiche, le bibliografie e le biografie dedicate a Machiavelli, le tesi di laurea e di dottorato rintracciabili sull'argomento e quei lavori di taglio storico sociologico che mettono in relazione il pensiero politico del nostro autore con le vicende del suo tempo o con gli avvenimenti attuali.(cfr. abstract)

Biotecnologie e biopolitica : l'estasi dell'uomo sperimentale

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Bioetica; Biopolitica; Biotecnologia; Filosofia morale; Ingegneria genetica; Realtà virtuale; Tecnica; Tecnologia

Descrizione

Rossi, Diego, Biotecnologie e biopolitica: l'estasi dell'uomo sperimentale, Tesi di dottorato, 2008

Nel primo capitolo l'autore analizza la terminologia dei termini chiave della ricerca: biotecnologia, tecnica e tecnologia. "La tesi muove poi ad un’analisi più dettagliata delle biotecnologie, nel tentativo di rintracciarne l’essenza, ovvero di comprendere ciò che accomuna e che caratterizza le diverse pratiche che danno corpo a quell’insieme eterogeneo che sono appunto le biotecnologie. La chiave di tali tecniche è da ricercarsi, oltre che in una particolare visione del vivente sottoposto alla logica della produzione industriale (ciò che appunto, in buona sostanza, è la tecnologia), negli enormi progressi fatti nel campo della genetica che hanno condotto alla cosiddetta ingegneria genetica, ovverosia alla tecnologia del DNA ricombinante, e che hanno aperto all’uomo la possibilità di intervenire direttamente sul “codice sorgente”, per così dire, della vita. A ben guardare, secondo la tesi proposta, la stessa ingegneria genetica, perno della biotecnologia, è sostanzialmente fondata su una visione della realtà, ed in particolare del vivente, intesi in termini informatici: il codice genetico trova il suo stesso modello nel codice binario, entrambi ricondotti ad un insieme di bit di informazione che può dunque essere controllato e manipolato dall’uomo a scopi economici, industriali, politici." (cfr. Abstract)

 

Boccaccio e Sannazaro (angioini)

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Letteratura Italiana; Jacopo Sannazaro; Giovanni Boccaccio; Napoli <Regno> - Sec. XVI-XIX; Dati editoriali: Bruxelles, Lang, 2012

Descrizione

Vecce, Carlo, Boccaccio e Sannazaro (angioini), In “Boccaccio angioino : Materiali per la storia culturale di Napoli nel Trecento”, a cura di Giancarlo Alfano, Teresa D'Urso, e Alessandra Perriccioli Saggese, Bruxelles, Lang, 2012, pp. 103-118.

Perché, nella tradizione della letteratura italiana, la percezione dei caratteri originari di segno 'angioino/napoletano' di gran parte dell’opera di Boccaccio è rimasta evanescente, marginale, se non addirittura assente? La questione, naturalmente, andrà collegata alle alterne e difficili vicende storiche e civili del regno di Napoli, tra la seconda metà del Trecento e la prima metà del Quattrocento, tra la fine del regno di Giovanna I e l’avvento di Alfonso il Magnanimo”. (Cfr. p. 103).

Cambiamenti nella politica finanziaria dello Stato Islamico sotto il califfato di ‘Ali b. Abi Talib

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Economia - Concezione islamica;

Descrizione

ALSHARHANY, HUSSEIN ALI (2009), Cambiamenti nella politica finanziaria dello Stato Islamico sotto il califfato di ‘Ali b. Abi Talib. [Tesi di dottorato]

Lo studio dell’economia islamica è considerabile uno degli strumenti più importanti per comprendere la natura della storia del mondo musulmano, in virtù della sua enorme influenza nella formazione degli eventi storici. I fattori economici, accanto ad altri fattori, hanno, infatti, un peso fondamentale sull’evoluzione dei fatti storici. L’argomento di tale ricerca si incentra sull’aspetto finanziario come parte dell’ambito economico. Tale scelta è motivata dal fatto che la maggior parte delle ricerche e dei saggi sul periodo dei “califfi retti” (al-Khulafà al-Ràshidùn) si concentrano sull’aspetto politico-religioso senza soffermarsi su quello economico, cosa che si riflette negativamente sulla giusta comprensione di quel periodo: nonostante l’importanza dei fattori politico-religiosi, essi non sono, però, sufficienti ad avere una quadro chiaro degli eventi, in assenza di studi specifici sui fattori socio-economici che ne influenzano il corso. Per questo abbiamo tentato di concentrarci in questa ricerca sull’aspetto finanziario, per provare una lettura il più possibile completa degli eventi storici. (cfr.abstract)

Cesure e continuità : Lemno, dai Tirreni agli Ateniesi : la città di Efestia

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Archeologia - Periodici; Aree Archeologiche; Dati editoriali: Roma : Istituto Italiano d'arti grafiche.

Descrizione

Greco, Emanuele - Ficuciello, Laura, Cesure e continuità : Lemno, dai Tirreni agli Ateniesi : la città di Efestia. In "Annuario della Scuola Archeologica di Atene e delle Missioni Italiane in Oriente", vol. LXXXVIII, serie III, 10 (2010), pp. 149-152.

L'argomento trattato è la città di Efestia ed il suo assetto urbanistico che si può riassumere nella costatazione della fine dell'ordine "arcaico" e del nuovo assetto che ebbe la città nel passaggio tra VI e V secolo a.C. Ci si sofferma inoltre sulla continuità e/o discontinuità dello spazio urbano e della pratica rituale dei culti.  
Un tema di grande interesse che apre prospettive nuove alla ricerca, sull'urbanistica Greca e su Efestia in particolare.

Chiese e commende dell’Ordine di Malta in Campania

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Ordine di Malta - Patrimonio - Campania; Architettura - Campania - Sec. XVII

Descrizione

Emilio Ricciardi, Chiese e commende dell’Ordine di Malta in Campania, Tesi di dottorato

Questa ricerca si incentra sul XVII, il periodo di massima potenza per l’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, noto come Ordine di Malta. La rete di insediamenti, già estesa per l’Europa, divenne ancora più fitta grazie ai grandi possedimenti di beni che i cavalieri di San Giovanni, ricevettero dalle gerarchie civili ed ecclesiastiche.Per tutta l’Età Moderna, lungo le principali vie di pellegrinaggio e nelle città portuali i cavalieri di Malta continuarono a fondare le loro commende, complessi edilizi dotati di chiese, ospizi e taverne. Le planimetrie e le descrizioni riportate nei, registri patrimoniali per volontà dei commendatori dell’Ordine, permettono di ricostruire l’aspetto e la consistenza dei diversi complessi edilizi.

Chiusi. Lo scavo del Petriolo (1992-2004)

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Scavi Archeologici - Chiusi <territorio> - 1992-2004; Dati editoriali: Chiusi, Edizioni Luì, 2009.

Descrizione

Gastaldi, Patrizia, Chiusi. Lo scavo del Petriolo (1992-2004), Chiusi (Siena), Edizioni Luì, 2009, Annali di Archeologia e Storia Antica, Quad. 17.

Questo libro è il frutto di una “scommessa” che il Dipartimento di Studi del Mondo Classico e del Mediterraneo Antico dell’Università degli Studi di Napoli, “L’Orientale” ha fatto nell’ormai lontano 1992, quando ha deciso di avviare una ricerca su una zona collinare del comprensorio chiusino che, pur caratterizzata da una forte dispersione di materiale archeologico, non era ancora stata oggetto di scavi sistematici.
Lo scavo del Petriolo, inoltre, ha rappresentato anche un'importante occasione di crescita soprattutto da un punto di vista umano per molte decine di studenti provenienti da Università italiane ed estere che, partecipando alle attività di scavo, hanno potuto conoscersi e conoscere una delle regioni più ricche di storia e di civiltà dell’Italia centrale. (Cfr. pp. 13-14).

Civiltà umanistica e civiltà iberica nel "De educatione" di Antonio Galateo

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Letteratura Spagnola; Fortuna; Napoli <Regno> - Sec. XVI-XIX; Dati editoriali: Napoli, Liguori, 2011

Descrizione

Vecce, Carlo, Civiltà umanistica e civiltà iberica nel "De educatione" di Antonio Galateo, In “Fra Italia e Spagna: Napoli crocevia di culture durante il vicereame”, a cura di Pierre Civil, Antonio Gargano, Matteo Palumbo, Encarnación Sánchez García, Napoli, Liguori, 2011, pp. 103-115.

Nel testo viene esaminato il De Educatione di Antonio Galateo a partire dalla sua apparizione nel “Giornale Storico”, firmato da un giovane Benedetto Croce. Si affrontano i temi presenti nell'opera, soprattutto quello portante del confronto tra le civiltà, immediatamente legato agli eventi dei primi anni del Cinquecento ed agli sviluppi imprevisti, rapidissimi, catastrofici delle Guerre d'Italia.  

Colonie di Colonie: le fondazioni sub-coloniali greche tra colonizzazione e colonialismo: Atti del Convegno Internazionale (Lecce 22-24 giugno 2006)

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Archeologia ; Magna Grecia - Colonie Greche; Dati editoriali: Galatina: Congedo, 2009.

Descrizione

Colonie di colonie : le fondazioni sub-coloniali greche tra colonizzazione e colonialismo : Atti del Convegno Internazionale (Lecce 22-24 giugno 2006), a cura di Lombardo, Mario - Frisone, Flavia, Galatina, Congedo, 2009, pp. 22-24.

Il contributo di Greco, Emanuele, Le esperienze coloniali greche: modelli e revisioni. Introduzione ai lavori, tratta le esperienze coloniali greche, lo scopo principale è quello di analizzare le “colonie di colonie" greche.

Commentario agli Atti di Paolo e Tecla: composizione e trasmissione di un modello narrativo nel cristianesimo delle origini.

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Cristianesimo - Origini; Letteratura cristiana antica - aspetti narrativi; Tecla <santa>; Paolo <santo>;

Descrizione

Viviana Mangogna, Commentario agli Atti di Paolo e Tecla: composizione e trasmissione di un modello narrativo nel cristianesimo delle origini, Tesi di dottorato

Il commento riguarda un’analisi delle caratteristiche morfologiche, sintattiche e lessicali degli Atti di Paolo e Tecla. Tale commentario è preceduto da due capitoli introduttivi: nel primo vengono discusse le problematiche relative alla redazione e alla trasmissione del testo; il secondo affronta gli indirizzi dottrinali, in particolar modo il rapporto tra gli Atti di Paolo e Tecla, i testi canonici e l’encratismo. Segue un’appendice sull’area semantica della “vista”. Il testo greco (fonts SuperGreek, ved. documento 2), comprensivo delle finali dei codd. ABC e del cod. G, è accompagnato da una nuova traduzione italiana. Gli indici conclusivi (parole commentate; fonti citate; indice tematico; index grammaticus-figure retoriche; usus scribendi) facilitano la consultazione del commentario e dei richiami interni ai capitoli introduttivi e all’appendice.

 

Comunione legale e partecipazioni societarie

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Comunione legale; Diritto di famiglia; Partecipazioni sociali;

Descrizione

Scotti, Raffaella, Comunione legale e partecipazioni societarie.Tesi di dottorato, 2006

"Il regime giuridico delle partecipazioni sociali acquistate in regime di comunione legale dei beni costituisce uno dei più spinosi problemi che si presentano all’interprete in sede di ricostruzione della disciplina della comunione dei beni tra coniugi. Il silenzio del legislatore della riforma del diritto di famiglia – legge 19 maggio 1975 n. 151 - ha fatto sorgere questioni di non poco interesse in relazione alla caduta in comunione degli acquisti di partecipazioni sociali. L’analisi suddetta coinvolge un aspetto che costituisce il dato peculiare del tema in oggetto, vale a dire, l’applicabilità di normative differenti - disciplinanti gli istituti in esame – in un unico contesto, le cui possibili conseguenze risiedono in eventuali incompatibilità, deroghe e interferenze delle regole del diritto societario con il regime comunitario." (cfr. Abstract)

 

Concorsi sportivi e propaganda politica in età ellenistica

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Aessandro Magno; Ellenismo; Giochi ginnici e sportivi - Età ellenitica; Propaganda politica - Età ellenistica;

Descrizione

Diva Di Nanni, Concorsi sportivi e propaganda politica in età ellenistica, Tesi di dottorato.

Questa ricerca indaga la relazione esistente tra la politica e l’agonistica, in un arco di tempo che comprende in particolar modo il periodo storico che parte dalla morte di Alessandro Magno e termina con la vittoria di Pidna. Il lavoro tiene in considerazione tanto l’età del sovrano che il periodo storico da Pidna fino alla battaglia di Azio, così da coprire formalmente l’intera età ellenistica. La figura di Alessandro Magno offre lo spunto per un ampio discorso sulla diffusione della cultura greca nei paesi da visitati e conquistati dal sovrano, mentre il periodo immediatamente successivo a Pidna può essere considerato una fase di transizione dall’ellenismo ad Augusto ed i suoi successori.

 

Conferimenti garantiti nella disciplina della s.r.l.

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Società a responsabilità limitata - conferimenti;

Descrizione

Ronza, Michele, Conferimenti garantiti nella disciplina della s.r.l. Tesi di dottorato, 2006

La tesi delinea ed inquadra la nuova disciplina dei conferimenti in s.r.l. con particolare rilievo per l’ipotesi della sostituzione del versamento del danaro con polizza assicurativa o fideiussione bancaria e del socio d’opera, discutendone la natura giuridica ed i principali problemi applicativi. 

Costruzione e significato del personaggio drammatico nel teatro di Edward Bond, David Hare, Sarah Kane

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Bond, Edward - Opere teatrali - Studio critico; Hare, David - Opere teatrali - Studio critico; Kane, Sarah - Opere teatrali - Studio critico; Teatro - Inghilterra - Sec. XX; Teatro europeo Sec. XX;

Descrizione

Lara Sorrentino, Costruzione e significato del personaggio drammatico nel teatro di Edward Bond, David Hare, Sarah Kane, Tesi di dottorato

Questo studio nasce con l’intento di mettere in luce alcune istanze proprie della scrittura teatrale inglese degli ultimi decenni del XX secolo. In particolare la tesi esamina l’eredità delle grandi rivoluzioni letterarie e teatrali novecentesche sulla produzione drammatica degli ultimi quarant’anni. I tre autori presentati nel testo sono particolarmente significativi delle tendenze culturali e delle intenzioni artistiche che hanno caratterizzato la scena inglese a ridosso del XXI secolo. Ciascuno dei tre autori scelti, inoltre svolge un ruolo decisivo in una fase particolare della storia del teatro contemporaneo. Edward Bond domina, dal 1965 fino al termine degli anni settanta, una stagione teatrale caratterizzata dal radicalismo politico. David Hare, abile nel mescolare le formule del teatro di intrattenimento con uno sguardo attento e critico nei confronti dei vizi della società, ben rappresenta un modello drammatico assai apprezzato negli anni ottanta. Sarah Kane, infine, con la sua scrittura polisemica e con la sua idea di un teatro improntato all’eccesso scenico e linguistico, ben rappresenta l’angoscia individuale e l’ansia di ricerca di uno stile originale, tipiche degli scrittori del teatro degli anni novanta.