Banche dati, Open Archives, Libri elettronici

Banche dati

Le banche dati possono essere consultate, previa registrazione al servizio, presso la sezione Reference risorse digitali e nelle sezioni con terminali abilitati.

Le banche dati online sono risorse in abbonamento sottoscritte dalla biblioteca e consultabili solo in sede.
Le banche dati offline sono risorse in cd-rom o dvd-rom visibili solo in sede.
Le banche dati a libero accesso sono risorse selezionate nel web e consultabili anche da remoto.
Gli Open Archives sono risorse disponibili negli archivi delle università italiane a libero accesso e consultabili anche da remoto.

L'utilizzo dei dati deve tener conto della normativa in materia di diritto d'autore (L. 633/1941 e successive modifiche).

(ultima verifica: marzo 2017)

Risorse

I comunicatori di impresa. Logiche e poste in gioco di un nuovo campo professionale.

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Comunicazione; Professioni emergenti;

Descrizione

De Feo, Antonietta, I comunicatori d'impresa. Logiche e poste in gioco di un nuovo campo professionale, tesi di dottorato, 2010

Questo lavoro di ricerca, dopo aver richiamato l’importanza che la conoscenza assume nella società contemporanea, si concentra sui processi di professionalizzazione dei comunicatori d’impresa, sul loro percorso di costruzione, distinzione e riconoscimento sociale. La chiave interpretativa del professionalismo, che riprende il dibattito interno alla sociologia delle professioni, è stata declinata nella ricerca utilizzando l’architettura concettuale di Pierre Bourdieu, che integra l’azione e la situazione nelle sue dimensioni più individuali e interattive con i contesti sociali e istituzionali più ampi. La ricerca prende avvio da un’analisi della genesi del campo professionale della comunicazione d’impresa, in uno scenario in cui i processi legati alle trasformazioni tecnologiche e gestionali corrono insieme a quelle relazionali. (cfr. abstract)

I contratti di affitto dei campi per la coltivazione di cereali pubblicati in YOS 13

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Tavolette assiro-babilonesi; Agricoltura; Mesopotamia; Lessico; Dati editoriali: Napoli, Istituto Universitario Orientale, 1978

Descrizione

Pomponio, Francesco, I contratti di affitto dei campi per la coltivazione di cereali pubblicati in YOS 13, Napoli, Istituto Universitario Orientale, 1978, (Suppl. n. 14 agli “Annali”, vol. 38, fasc. 1).

Nel periodo che va dall'inizio del 2° millennio alla fine della 1° dinastia babilonese, sono estremamente rari i testi che forniscono elementi sulla produzione cerealicola contemporanea. Il materiale rappresentato dai contratti di affitto dei campi coltivati a cereali, è stato notevolmente accresciuto dalla pubblicazione di 42 nuovi documenti nel volume del prof J.J. Finkelstein, Late Old Babylonian Documents and Letters, YOS 13. L'importanza delle recenti acquisizioni è data, oltre che dal loro numero, dalla loro omogeneità per quanto riguarda sia la datazione, sia la provenienza.
L'autore riprende il problema dell'entità dell'affitto dei campi in periodo antico-babilonese, sia per utilizzare i numerosi dati forniti dalla documentazione YOS 13, sia per esaminare la validità delle ricostruzioni sulla contemporanea produzione cerealicola basate sull'ammontare dell'affitto; in secondo luogo, per fornire un'elaborazione dei contratti di affitto di campi editi in YOS 13, unita ad un esame di tutte le clausole che caratterizzano questa categoria di transazioni. (Cfr. pp. 1-2).

I Drammi politici di Euripide: problemi interpretativi e testuali

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Euripide - Drammi politici; Teatro - Grecia; Filologia classica;

Descrizione

Valentina Caruso, I Drammi politici di Euripide: problemi interpretativi e testuali, Tesi di dottorato

Il lavoro mette in luce le dinamiche interne alle tragedie degli Eraclidi e delle Supplici, nonché quelle comuni ad entrambe, attraverso un’analisi dei momenti più significativi di esse, dal punto di vista poetico, storico-letterario, filologico, storico-politico, drammaturgico e morale.
Ampio rilievo è riservato all’analisi delle scene che vedono protagoniste le principali figure femminili di Macaria ed Evadne, presentate secondo un modulo letterario particolarmente caro all’autore, caratterizzato anche da singolari difficoltà di rappresentazione scenica. Segue l'analisi delle parti finali dei drammi, la cui ambiguità costituisce un inaspettato ma quanto mai efficace emblema degli intenti politici e morali che guidarono il poeta nella composizione di due opere dai richiami così fortemente attualizzanti. 

I graffiti rupestri del Ǧabal ‘Asāl, del Wadī ‘Uš e del Husn al-Diyāb nello Yemen del Nord

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Archeologia; Antichità; Medio Oriente; Dati editoriali: Napoli, Istituto Universitario Orientale

Descrizione

Jung, Michael, I graffiti rupestri del Ǧabal ‘Asāl, del Wadī ‘Uš e del Husn al-Diyāb nello Yemen del Nord, In “Annali dell’Università degli Studi di Napoli L’Orientale”, Rivista del Dipartimento di Studi Asiatici e del Dipartimento di Studi e Ricerche su Africa e Paesi Arabi, n. 50, fasc. 1, pp. 41-60.

In un articolo precedente dal titolo “Graffiti rupestri nello Yemen del Nord”, Jung ha già avuto l'occasione di presentare dei graffiti rilevati in diversi siti della repubblica Araba dello Yemen del Nord che sono stati scoperti durante le ricognizioni condotte dalla Missione Archeologica Italiana nello Yemen. Nel presente articolo, l'autore vuole segnalare ed aggiungere graffiti di epoca non molto antica di altri tre siti dello Yemen: Ǧabal ‘Asāl, Wadī ‘Uš e Husn al-Diyāb. L'autore dà prima una breve introduzione ai singoli siti ed ai rispettivi graffiti, dopodiché presenta il catalogo di questi ultimi. (Cfr. p. 41).

I problemi della globalizzazione da un punto di vista cosmopolitico

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Globalizzazione; Kant, Immanuel; Cosmopolitismo - Teorie;

Descrizione

Filomena Iacono, I problemi della globalizzazione da un punto di vista cosmopolitico, Tesi di dottorato

Questo lavoro di ricerca inizia con l'analisi del concetto di globalizzazione riportando il pensiero di diversi autori contemporanei. Il secondo capitolo parte dal pensiero storico, sociale e politico di Kant per arrivare ad anlizzare il suo concetto di società cosmopolitica.
"Kant asserisce che l’uomo può superare, può vincere la tendenza al male, ma non può estirparla. Ecco allora che, in ambito politico, si deve avere l’avvento di un diritto cosmopolitico che con forza coattiva assicuri a tutti gli uomini sulla terra il diritto ad una uguale libertà, garantendo come conseguenza quella pace perpetua in cui consiste l’assetto finale dell’umanità. Il diritto cosmopolitico determina l’avvento di uno stato di pace mondiale fondato su una confederazione di popoli come repubblica mondiale".
Per  concludere si prende in considerazione l'odierno punto di vista sulla filosofia cosmopolitica analizzando alcuni problemi riguardanti la democrazia nell’era del cosmopolitismo e della globalizzazione.

Il "contatto di civiltà" e la "questione d'occidente". A.J.Toynbee, il mondo islamico e il rilancio del progetto imperiale Britannico all'indomani della grande guerra

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Toynbee, Arnold Joseph - Concezione della storia; Imperialismo Britannico; Islamismo - Rapporti con l'occidente; - Musulmani - Europa - Sec. XX

Descrizione

Laura Di Fiore, Il "contatto di civiltà" e la "questione d'occidente". A.J.Toynbee, il mondo islamico e il rilancio del progetto imperiale Britannico all'indomani della grande guerra, Tesi di dottorato

La presente ricerca si propone di recuperare il lavoro di Arnold Toynbee limitando il campo d’indagine all’arco cronologico che va dalla Grande Guerra alla fine degli anni Venti del Novecento. La tesi tenta di dimostrare che in tale lasso temporale, Toynbee mette a punto le principali categorie storico-filosofiche
su cui sarà successivamente imperniata la sua opera di storia universale. Gli anni 1917-1930 vedono infatti lo sviluppo di un fecondo dialogo tra le due dimensioni fondamentali dell’opera di Toynbee, quella dell’osservazione degli eventi internazionali e quella della filosofia della storia, tale apparato concettuale finirà per costituire il modello interpretativo attraverso cui lo studioso osserva e filtra gli eventi in corso, elaborando “un modello di analisi delle relazioni internazionali contraddistinto dalla originale valorizzazione della civiltà’ e dei rapporti tra civiltà quali dimensioni essenziali della politica mondiale”. 

Il "poggio delle mortelle" nella storia dell'architettura napoletana

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Napoli - Urbanistica - Architettura; Napoli - Urbanistica - Poggio alle Mortelle;

Descrizione

Ricciardi, Emilio, Il "poggio delle mortelle" nella storia dell'architettura napoletana.Tesi di dottorato, 2006

La presente ricerca ha come oggetto il "poggio delle Mortelle" a cavallo tra la dimensione storica e quella architettonico-urbanistica. Il toponimo corrisponde all'attuale area a sud-ovest della collina di San Martino nella città di Napoli, tra i quartieri Chiaia e Montecalvario;  prese questo nome, scriveva nella sua guida il canonico Carlo Celano, “perché da cento settant’anni fa vi erano boschi di mirti che noi chiamiamo mortelle, e le frondi di questi servivano per accomodare i cuoi” (cfr. Prefazione p.2). Il lavoro si articola in due parti: nella prima si analizzano l'aspetto architettonico-urbanistico e l'immagine dell'area attraverso i secoli con l'ausilio di documenti d'archivio e planimetrie; nella seconda si allega una serie di appendici integrative (bibliografia, elenco delle fonti archivistiche, iconografiche e delle piante inedite, schede sugli architetti che hanno lavorato nell'area). 

Il culto di Iside e l’egittomania antica in Campania

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Arte Romana; Influssi Civiltà Egitto Antico; Campania; Dati editoriali: Milano, Electa, 2006

Descrizione

Bragantini, Irene, Il culto di Iside e l’egittomania antica in Campania. InDe Caro, Stefano, Egittomania. Iside e il misteroMilano, Electa, 2006, pp. 159-167.

Il contributo di Irene Bragantini tratta la presenza del culto di Iside e delle influenze della civiltà egiziana in Campania. Si fa un'attenta analisi della funzione delle immagini all'interno dei contesti di provenienza, tra immagini ed oggetti che possano essere posti in relazione con lo svolgimento di un culto domestico, e immagini che ripropongono scene o ambientazioni egizie senza riferimenti di natura culturale. 

Il delitto di atti persecutori

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Diritto penale; Stalking;

Descrizione

Alberico, Andrea (2010) Il delitto di atti persecutori. [Tesi di dottorato]

Il lavoro analizza la fattispecie di reato introdotta all'art. 612bis del codice penale. Partendo dallo sudio delle relative premesse criminologiche, si compie un vaglio di compatibilità della norma incriminatrice in rapporto ai principi costituzionali del diritto penale. Infine, viene compiuta una disamina dei profili processuali connessi.(cfr. abstract)

Il governo delle emergenze e la conservazione politica: ragion di stato democratica e security governance internazionale.

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Democrazia; Filosofia politica; Globalizzazione; Governance; Ragion di Stato;

Descrizione

Arienzo, Alessandro,  Il governo delle emergenze e la conservazione politica: ragion di stato democratica e security governance internazionale, contributo in monografia, 2006

Lo scopo di questo contributo è offrire una panoramica dei molteplici dispositivi che sono oggi impegnati nei diversi livelli della politica contemporanea nel contenimento e nella gestione delle emergenze prodotte dai processi di mondializzazione e globalizzazione . Questo insieme di dispositivi incide su piani diversi: sulle prassi di intervento del government così come sulle modalità di esercizio del potere statale nel suo complesso; sugli svolgimenti più tradizionali della politica interstatale e della geopolitica; nel quadro globale costituito da istituti, organismi e più generalmente attori il cui intervento si configura come governance globale. (cfr abstract)

Il mutamento del rapporto tra uomo e ambiente con l'avvento delle tecnologie digitali

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Ecologia; Filosofia morale;Tecnologie digitali;

Descrizione

De Feo, Linda (2007) Il mutamento del rapporto tra uomo e ambiente con l'avvento delle tecnologie digitali. [Tesi di dottorato]

"L’obiettivo di tale ricerca consiste nel trovare un orientamento nel coacervo di posizioni e di giudizi, sia di fatto sia di valore, eterogenei e spesso contraddittori, espressi da studiosi dello scenario emergente, fluttuante e cangiante, tratteggiato dal mutamento delle forme comunicative ed espressive sortito dal processo di tecnologizzazione. [...] Il I Capitolo esamina il connubio tra naturale e artificiale come manifestazione della propensione umana alla contaminazione con l’alterità e alla costruzione di eteroreferenze, che realizza innesti capaci di dispiegare le potenzialità di una liminalità rivelatasi, a volte, inquietantemente indefinita.[...] Il II Capitolo si concentra su alcune fondamentali caratteristiche del media landscape, tratteggiato dalla tecnoscienza applicata alla comunicazione, che rende costante il contatto tra l’uomo e l’esterno inorganico. Il corpo funzionante in una dimensione dominata dall’elettronica, descritto da Alberto Abruzzese, esprime la sempre più intensa integrazione dell’uomo con i mezzi di comunicazione.[...] Il III Capitolo analizza la trasformazione della figura dell’umano ibridato come efficace metafora di un’epocale svolta tecnologica: il passaggio dal cyborg prodotto dall’intreccio di dispositivi artificiali e tessuti naturali al cyborg immerso nello spazio matematizzato di descrizioni digitali in memoria informatica segna la transizione compiuta da una tecnica che non espleta più una funzione di mera estensione sensoriale, per spingersi fino alla creazione di mondi virtuali." (cfr. Introduzione)

Il quinto libro del Periphyseon di Giovanni Scoto Eriugena

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Scoto Eriugena, Giovanni - Periphyseon; Filologia classica;

Descrizione

Vittorio Chietti, Il quinto libro del Periphyseon di Giovanni Scoto Eriugena, Tesi di dottorato

Questa dissertazione ha come tema lo studio critico del quinto libro del Periphyseon e la traduzione in lingua italiana di alcuni dei suoi passaggi più significativi. Sono presi in considerazione i capitoli riguardanti il mistero della deificazione dell’uomo, la sapienza misterica e l’esegesi eriugeniana, il tema del ritorno e la contemplazione, la dottrina dell’apocatastasi e la concezione dell’oltretomba, la resurrezione e la polemica con Agostino, la dottrina del transitus e l’esegesi biblica. La seconda sezione del libro è antologica (la prima che compare nel panorama italiano) ed offre una rosa di brani estratti dal libro quinto del Periphyseon che hanno lo scopo di illustrare le tematiche espresse nella sezione precedente attraverso la lettura dei luoghi in cui l’autore ha meglio espresso il suo pensiero e le sue teorie mistiche e teologiche.

Il rilievo architettonico del Teatro San Carlo di Napoli. Metodologie e innovazione tecnologica per la restituzione e la documentazione dei beni monumentali eccellenti della città storica.

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Napoli - Teatro San Carlo - Rilievo architettonico;

Descrizione

Cappellini, Valeria, Il rilievo architettonico del Teatro San Carlo di Napoli. Metodologie e innovazione tecnologica per la restituzione e la documentazione dei beni monumentali eccellenti della città storica. Tesi di dottorato, 2009

La presente ricerca si prefigge il compito di effettuare uno studio analitico sul teatro San Carlo di Napoli attraverso una metodologia che abbini gli ultimi ritrovati tecnologici in materia di dispositivi di misura a modelli interpretativi che restituiscano i valori formali e culturali del teatro come opera architettonica. Il lavoro è articolato in quattro parti: nella prima è esaminata l'evoluzione dei caratteri tipici dell'edificio teatrale; nella seconda la storia del teatro San Carlo; nella terza il rilievo architettonico in oggetto; nell'ultima la rappresentazione tridimensionale dei relativi dati.

Il Santuario delle divinità orientali e la stratificazione preromana : ( scavi 2007, 2009-2011, 2012).

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Archeologia - Periodici; Scavi Archeologici; Dati editoriali: Roma, Istituto italiano di arti grafiche.

Descrizione

Greco, Emanuele, Il Santuario delle divinità orientali e la stratificazione preromana: (scavi 2007, 2009-2011, 2012), In "Annuario Scuola Archeologica di Atene e delle Missioni Italiane in Oriente" , vol. LXXXIX, serie III, 11, tomo II, (2011), pp. 9-22.

L'articolo propone un'attenta indagine sulla stratificazione preromana svoltasi a partire dal 2004 in un quartiere di Sibari, noto con il toponimo di Casa Bianca. L'autore, avendo avuto la fortuna di esaminare il suddetto suolo, espone una serie di eventi dal punto di vista archeologico, attraverso l'osservazione delle realizzazioni urbane succedutesi in quell'area. La storia archeologica di Casa Bianca di Sibari parte dalla tarda antichità e si arresta inesorabilmente alla fine del VI secolo a.C. 
Un percorso dentro le viscere della terra dove, grazie allo scavo, si attingono i 10 metri di profondità.

Il Sindacato tra istituzioni e società. Esperienze italiane e prospettive europee.

Tipologia: Open Archive Lingua: italiano Soggetto: Italia - Sindacato - Storia;

Descrizione

Ruggiero, Francesca, Il Sindacato tra istituzioni e società. Esperienze italiane e prospettive europee, tesi di dottorato, 2008

La storia delle relazioni industriali in Italia dal secondo dopoguerra ad oggi ha attratto l’attenzione di giuslavoristi, studiosi del sistema politico ed istituzionale, storici impegnati nello studio del sindacato dalla fine del secolo XIX e delle vicende dell’Italia repubblicana. Bisogna far notare che i sindacati, in quanto soggetti politici e socio-economici, sono stati anche al centro di molti studi di sociologia e di relazioni industriali. Anche la scienza politica si è soffermata, più recentemente, su alcuni aspetti della vita sindacale come quello della rappresentatività e del rapporto con i partiti; mentre i giuslavoristi hanno fornito studi approfonditi sulla legislazione del lavoro. Dal punto di vista della storiografia, questa è abbondante sino agli anni Ottanta, ma meno per il periodo successivo, per il quale ci si avvale di contributi di diverse discipline come spunti per una ricerca sull’attore sindacale. Tuttavia lo studio delle relazioni industriali non esaurisce completamente le possibili traiettorie di una ricerca sul ruolo del sindacato; si dispone infatti di un ampio ventaglio di opere costituito dagli studi, dalle ricerche, dalle analisi che mettono al centro del dibattito il ruolo del sindacato in Italia nel periodo considerato, non solo come sindacato operaio ma in qualità di attore socio-economico e politico nel rapporto con la società civile e con le istituzioni. (cfr.abstract)