Laboratorio fotografico digitale

Responsabile:
Angela Pinto
Email:
labfotografico@bnnonline.it
Telefono:
+39 081 7819 386 (direzione) - 366/367

Modalità di acquisizione digitale


Le riproduzioni sono eseguite nel rispetto del materiale librario da digitalizzare. I volumi vengono movimentati e maneggiati con cautela, evitando qualsiasi pressione manuale o meccanica sui dorsi. Vengono utilizzate esclusivamente lampade a luce fredda.
Nella digitalizzazione dei preziosi manoscritti conservati nella Biblioteca Nazionale di Napoli, grande attenzione viene prestata a tutti gli elementi utili al loro studio codicologico:

  • legatura, completa di tutte le parti di cui si essa si compone (piatti, contropiatti, dorso, tagli)
  • carte di guardia

In caso di lacerazioni, presenza di fori di tarlo e ossidazione degli inchiostri, le carte vengono mascherate con carta bianca non acida, in modo da evitare di riprendere il contenuto sottostante.
Le carte geografiche, le incisioni o le tavole, se di grandi dimensioni, oltre alla ripresa unitaria, vengono digitalizzate a sezioni.

Attrezzature in uso

Il Laboratorio fotografico digitale della Biblioteca Nazionale di Napoli per i lavori tecnici si avvale delle seguenti attrezzature:

  • 1 scanner planetario COPYBOOK COBALT
  • 2 fotocamere digitali da 12 megapixel, corredate da diversi obiettivi
  • 2 illuminatori KAISER proVISION
  • 1 scanner CANON Microfilm scanner 800 per la digitalizzazione dei microfilm
  • 1 scanner digitale EPSON expression 10000 XL
  • 2 lettori e stampatori microfilm CANON Microprinter 90
  • 1 stampante a colori HP Deskjet 1220 C

Formati elettronici degli oggetti digitali

I file vengono acquisiti nel formato RAW e trasformati in formato:

  • TIFF 6.0 non compresso ad alta risoluzione, 300 dpi ottici, profondità di colore di 24 bit RGB. Tale digitalizzazione, destinata alla conservazione fuori linea, costituisce la copia di sicurezza, che viene archiviata nel server di storage.

Dai file master vengono poi realizzati file in formato:

  • JPEG compresso ad alta risoluzione, 300 dpi ottici e profondità di colore di 24 bit RGB, che vengono masterizzati su CD/DVD. Tali supporti informatici, destinati alla consultazione in sede, vanno ad incrementare l'archivio digitale conservato presso il Laboratorio fotografico

Conservazione delle risorse digitali e gestione dei file

A fini conservativi, il Laboratorio fotografico digitale si occupa della:

  • gestione delle risorse elettroniche
  • gestione dei dati
  • gestione del server ftp utilizzato per la trasmissione dei file agli utenti
  • implementazione dell'archivio digitale mediante lo stoccaggio dei file master acquisiti (RAW e/o TIFF), sul server dedicato SINOLOGY
  • implementazione dell'archivio di CD/DVD mediante la masterizzazione dei file in formato JPEG su supporti informatici