Eduardo De Filippo

 

Eduardo de Filippo

 

  • Biografia

  • Audiovisivi

  • Testi digitali

  • Documenti grafici

 

Biografia

Eduardo De Filippo
La voce dedicata a Eduardo De Filippo nell' Enciclopedia Treccani fa luce sulla vita dell'autore e sulle vicende legate alla sua famiglia, con particolari approfondimenti riguardanti Tina Pica e Luca De Filippo. Un altro contributo è rintracciabile nel sito dell' Università di Salerno dedicata al Teatro Napoletano, che offre approfonditi percorsi biografici disponibili in ben tre lingue: inglese, francese e cinese. La pagina ha una precisa struttura lineare che partendo dalla vita tocca molti aspetti personali. Da visitare inoltre, il sito web eduardando.com realtivo alla figura dell' autore. Ulteriori informazioni su Eduardo De Filippo sono presenti nell' enciclopedia libera Wikipedia alle voci: la biografia, l' eredità, la carriera, le opere e le onorificenze

Edoardo Scarpetta
La voce è presente nell' Enciclopedia Treccani con una breve biografia che ripercorre le tappe fondamentali della vita dell'autore fino a quando fu costretto ad abbandonare la scena per lo scoppio della prima guerra mondiale. Fu inoltre il padre naturale di Eduardo, Peppino e Titina De Filippo. Da visitare inoltre il sito interamente dedicato da  Mario Scarpetta al bis-nonno.
Per ulteriori approfondimenti consultare la pagina dell'enciclopedia libera Wikipedia dedicata a Eduardo Scarpetta.

Teatro San Ferdinando

"[...] un teatro tra i più belli e moderni della città. Un accogliente ridotto, capace di ospitare mostre, dibattiti e soprattutto di accogliere un numeroso pubblico prima e dopo lo spettacolo è disposto su tre livelli raccordati da una doppia scala di marmo. Incassato nella parete sinistra del livello centrale fa bella mostra un grande Pulcinella di marmi policromi disegnato da Titina De Filippo." (cfr. Giulio Baffi, Teatri di Napoli. Origini, vicende, personaggi e curiosità dei teatri di prosa, Roma, Newton Compoton, 1997, pp. 55 – 60). Il sogno di Eduardo De Filippo era quello di aquistare il Teatro San Ferdinando, storico teatro napoletano del '700, dove aveva lavorato anche il padre Eduardo Scarpetta. Il teatro andò tragicamente distrutto dalle bombe americane nel 1943, e fu proprio Eduardo De Filippo ad aquistarlo nel 1948 investendo tutti i suoi guadagni e facendo grossi debiti con le banche. Chiuso negli anni ottanta, solo nel 1996 fu donato a Luca De Filippo dal Comune di Napoli per reastaurarlo e donarlo al pubblico napoletano. Finalmente nel 2007 il teatro riapre i battenti sotto la direzione del Teatro Stabile di Napoli.

Teatro dei Fiorentini
Fondato nel 1618, fu per lungo tempo il teatro più antico di Napoli. Nel primo secolo di attività venivano rappresentate esclusivamente commedie spagnole di poco conto, ma a partire dal 1700 venne trasformato in teatro d'opera mettendo in scena intermezzi e opere buffe dei maggiori compositori partenopei dell'epoca. Proprio lì nel 1922 Eduardo De Filippo e la compagnia di Teatro Umoristico di Vincenzo Scarpetta portarono in scena Uomo e Galantuomo.

Teatro Nuovo
Il Teatro Nuovo, ubicato nel cuore dei quartieri spagnoli, fu fondato nel 1724 e ospitò inizialmente opere musicali. Nel 1861 fu distrutto da un primo incendio, cui seguì un secondo nel 1935. Soltanto nel 1985 riaprì i battenti per accogliere spettacoli di ricerca e sperimentazione sotto la direzione del Teatro Pubblico Campano. Nel 1931 Eduardo rappresenta per la prima volta al Teatro Nuovo Ogni anno punto e da capo sotto lo pseudonimo di Tricot.

Teatro Sannazaro
Il teatro venne inaugurato il 26 dicembre del 1874 nel quartiere Chiaia a Napoli su un area già appartenente ai Padri Mercenari spagnoli. Da subito apprezzato dalla nobiltà per la ricchezza delle decorazioni, il teatro, divenne ben presto noto per le rappresentazioni d'alta prosa. Nel 1888 il teatro fu il primo ad essere illuminato dalla luce elettrica. Soltanto un anno dopo Eduardo Scarpetta vi esordì con la sua commedia Na Santarella, per poi concludere la sua carriera artistica proprio al Sannazaro con l'opera Omiedeco d' ‘e pazze nel 1908. Il Teatro Umoristico tra il 1931-1932 vide la maggiore presenza di Titina De Filippo come prima attrice della compagnia, portando in scena al Sannazaro la commedia in due atti di Eduardo Chi è cchiu' felice 'e me! e una farsa scritta da Peppino De Filippo Amori e balestre.

Teatro Diana
Il teatro fu fondato nel 1933 dall'allore Principe di Piemonte, Umberto di Savoia, sulle colline del Vomero. Grandi artisti si esibirono sul palcoscenico vomerese fra i quali: Raffaele Viviani, Vincenzo Scarpetta, Isa Danieli, Totò, Nino Taranto e tanti altri. Proprio al Diana la compagnia di Teatro Umoristico dei fratelli De Filippo mise in scena le sue ultime rappresentazioni poichè Eduardo decise di cominciare a lavorare in proprio, fondando la compagnia Il Teatro di Eduardo nel 1944.

Teatro Eliseo
Il teatro Eliseo di Roma nacque nel 1900 come teatro all'aperto tanto da valergli il nome di Arena Nazionale. Dal 1918 si chiamò Teatro Eliseo e cominciò ad ospitare le principali compagnie dell' epoca, tra le quali, la Grande Compagnia Spettacoli Eliseo di cui Anna Magnani era la star. "I fratelli De Filippo sono presenti in quasi tutte le stagioni per più di tre mesi e vi portano fra gli altri, i più grossi successi di Eduardo: Natale in casa Cupiello che fu rappresentato all' Eliseo per la prima volta nel 1936 con Titina, Eduardo e Peppino, riportato poi per molte stagioni, e rappresentato per l'ultima volta da Eduardo con Pupella Maggio, sempre all' Eliseo, nel 1976. Questi Fantasmi, rappresentata in prima assoluta nel 1946, e la prima replica di Filumena Marturano. Le bugie con le gambe lunghe in prima assoluta il 14 gennaio 1948, poi Le voci di dentro, La grande magia in prima replica dopo Napoli nel 1950. Anche dopo lo scioglimento della compagnia "i De Filippo", Eduardo sceglierà l' Eliseo come suo unico teatro a Roma sino al 1976" (cfr. Teatro Eliseo)

Filmografia- Eduardo De Filippo
Nel sito è presente l'intera filmografia del attore/regista suddivisa in schede tematiche per ogni film, cui si aggiunge una raccolta fotografica relativa alle immagini di scena, il tutto accompagnato da recensioni e commenti rilasciati dagli utenti. Per ulteriori informazioni consultare il sito web IMDb.com che presenta schede filmografiche in inglese.

SIUSA - Fondo Eduardo De Filippo
Il Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche, noto con l'acronimo SIUSA, si propone come punto di accesso primario per la consultazione e la ricerca del patrimonio archivistico non statale, pubblico e privato, conservato al di fuori degli Archivi di Stato. Il fondo De Filippo contiene al suo interno appunti, lettere, e alcuni materiali di scena come bozzetti teatrali tutti conservati al Gabinetto Vieusseux.

Documenti Audiovisivi

Il teatro di Eduardo
Il teatro di Eduardo è il canale ufficiale di YouTube dedicato a Eduardo De Filippo che offre numerosi spezzoni di commedie e contributi rilasciati da attori che hanno lavorato con l'autore napoletano. Per visualizzare ulteriori filmati visitare il canale Youtube Eduardo-Commedie integrali ed altro dove utenti privati hanno inserito alcune commedie integrali.

Documentari Rai su Eduardo De Filippo
La pagina web di RaiStoria offre una serie di video, articoli ed interviste relative alla vita e alle opere di Eduardo e delle personalità con cui ebbe rapporti durante la vita. Da visitare inoltre il canale Youtube dell' Istituto Cinecittà Luce in cui due video mostrano il rapporto dell'autore con la società.

Testi digitali

Eduardo De Filippo
La pagina web dell' Andrea Camilleri Fansclub offre le dichiarazioni riportate dallo scrittore in una delle "Interviste su Eduardo" tenute al Centro Teatro Ateneo dell' Università La Sapienza di Roma nel 2000. Nell' articolo Camilleri descrive il suo incontro con Eduardo nel momento in cui si trovò a dover avere a che fare in prima persona con la forte personalità dell' autore, dovendo sceneggiare alcune commedie per la Rai.

Le luci e le ombre del mito di Eduardo
L'articolo, scritto da Roberto de Simone per il trentennale della scomparsa dell' autore, è una feroce critica alla carriera e alle scelte stilistiche di Eduardo. Secondo il compositore napoletano, Eduardo, si sarebbe sempre più allontanato dal teatro di strada per abbracciare la realtà borghese priva di quegli elementi d'improvvisazione e di comicità che solo il teatro popolare riusciva ad esprimere.

Uno scrittore allo specchio: Eduardo De Filippo
L'articolo, scritto da Simona lo Iacono per il quitidiano "La Sicilia", tratta dell'intimo rapporto tra Eduardo e la città di Napoli. Il tutto attraverso l'immagine dello specchio come riflesso dell'io interiore dell' autore.

Pirandello nel teatro di Eduardo
La recensione, scritta da Fabio Benincasa in seguito all'uscita del libro di Antonella Marotta "Pirandello nel teatro di Eduardo", tratta del rapporto tra Eduardo e Luigi Pirandello. Vengono così analizzate le maschere utilizzate nelle opere di entrambi gli autori. L'incontro tra i due avvenne al Teatro Sannazaro nel 1933, anno che sancì l'inizio di un'amicizia e di una collaborazione che produsse la messa in scena da parte della Compagnia di Teatro Umoristico di Liolà e de Il Berretto a sonagli.

Eduardo: "Teatro significa vivere sul serio quello che nella vita gli altri recitano male"
Il saggio è stato scritto dal drammaturgo Dario Venturi, il quale raccoglie saggi e articoli riguardanti arte e teatro. Venturi riconosce al linguaggio poetico eduardiano un insieme di elementi linguistici non prettamente dialettali. Eduardo, infatti, si allontanerà dallo stile di autori quali Viviani e Di Giacomo, non restando confinato nei clichè partenopei per abbracciare l'intera cultura teatrale nazionale.

Eduardiana, ricordando De Filippo a 30 anni dalla scomparsa
In occasione del trentennale dalla morte di Eduardo, il Forum Universale delle Culture e la città di Napoli hanno realizzato una serie di eventi quali rappresentazioni teatrali, convegni e mostre dal nome "Eduardiana". Nella voce relativa al titolo è possibile consultare la lista completa degli eventi tenutisi nel periodo Ottobre 2014-Marzo 2015.

L'archivio di Eduardo nella Biblioteca Nazionale
L'articolo, scritto da Giulio Baffi, offre numerose informazioni ed un breve filmato sulla mostra "Tra le Carte di Eduardo". In 150 scatole il patrimonio di Eduardo De Filippo viene trasferito dai locali dell'Istituto di Storia Patria del Maschio Angioino alla sala della direzione della Lucchesi Palli, che aquista il nome di Sala De Filippo.

Il lavoro di Eduardo sull'attore. "Bene mio e core mio", prove al Teatro Ateneo
La tesi di Dottorato in Storia, Teoria e Tecnica del Teatro dello Spettacolo, è stata pubblicata da Alessandra Marfoglia. Tale tesi analizza il lavoro di Eduardo come capocomico: ciò è stato possibile grazie a due documenti video relativi alle riprese delle prove dirette da Eduardo per la rappresentazione della commedia "Bene mio e core mio" realizzate nel 1983 presso il Teatro Ateneo dell'Università "La Sapienza" di Roma.

Le opere di Eduardo De Filippo sul palcoscenico greco
Il candidato Georgios Katsantonis ha pubblicato questa tesi presso l' Università degli studi di Napoli Federico II per il conseguimento del Master di II livello in Letteratura, Scrittura e Critica teatrale. "L’obiettivo principale che la tesi si prefigge di raggiungere è poter offrire al lettore una visuale sulla ricezione del teatro di Eduardo De Filippo in Grecia registrando le recensioni dell’ epoca" (cfr. pag.3). Il lavoro è composto da tre sezioni, realtive alle più importanti forme di teatro greco moderno: Teatro d' Arte di Karolos Koun; Teatro Nazionale Greco di Atene; Teatro Nazionale della Grecia del Nord di Salonicco.

"E figlie so’ piezz’ ’e core" ovvero L’utopia sociale di Eduardo De Filippo alla luce di Filumena Marturano
Il saggio, pubblicato nel 2002 da Roberto Ubbidiente, è disponibile sul sito del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali di Bologna. Attraverso alcune delle più importanti opere dell' autore partenopeo quali Filumena Marturano, Napoli Milionaria e Questi Fantasmi, Ubbidiente tratta il passaggio dalla prima alla seconda fase della drammaturgia eduardiana, resa necessaria dagli sconvolgimenti della guerra.

Eduardo De Filippo
Il presente volume, di cui alcuni frammenti sono stati pubblicati come ebook in Google Libri, è stato pubblicato da Fiorenza Di Franco nel 2000 presso la casa editrice Gremese. L'autrice ripercorre le tappe più significative della carriera artistica di Eduardo, dagli esordi del Teatro Umoristico alle sue ultime apparizioni, mediante una raccolta di documenti che ne hanno attestato il prestigio. Per chi volesse consultare l'intero volume in formato cartaceo, esso è disponibile presso la Biblioteca Nazionale di Napoli.

Il teatro di Eduardo De Filippo : la crisi della famiglia patriarcale
Il volume, pubblicato da Donatella Fischer per la casa editrice Legenda nel 2007, è disponibile come anteprima in formato ebook su Google Libri. Il testo è incentrato principalmente sul tema della Famiglia, quale laboratorio di indagine sociale, tramite cui Eduardo ha potuto analizzare e rappresentare le mutevoli dinamiche sociali del tempo.

Napoli amara
Già nel 1958, l'autore aveva pubblicato il libro "Napoli amara" per la casa editrice Parenti con l'intento di omaggiare Eduardo De Filippo. Dal 2000 il testo è stato inserito nella collana di scrittura di teatro e sul teatro realizzata da Alfredo Guida Editore e disponibile come anteprima in formato ebook su Google Libri. Frascani valuta le difficoltà con cui Eduardo dovette confrontarsi per inserirsi nel panorama teatrale borghese napoletano, sottolineando l'attualità e la validità del pensiero eduardiano presso le giovani generazioni. Il testo è consultabile in formato cartaceo presso la Biblioteca Nazionale di Napoli.

Le lacrime di Filumena: quattro lezioni su Eduardo
Il testo, pubblicato nel 2000 da Luciana Libero per Alfredo Guida Editore, è disponibile come anteprima in formato ebook su Google Libri. La giornalista raccoglie i resoconti di quattro lezioni tenute a Napoli presso l' Università Orientale dal professore Claudio Vicentini nel 1991. Durante le lezioni vennero proiettate alcune delle più importanti riproduzioni televisive delle commedie eduardiane per offrire agli studenti un ampio sguardo sul profilo drammaturgico dell'autore.Il testo è consultabile in formato cartaceo presso la Biblioteca Nazionale di Napoli.

In casa Cupiello: Eduardo critico del populismo
Il volume, pubblicato da Angelo Puglisi nel 2001 presso Donzelli Editore, è consultabile come anteprima in formato ebook su Google Libri. Il personaggio di Luca Cupiello, protagonista dell'omonima commedia Natale in casa Cupiello, viene descritto in modo acuto e drammatico da Puglisi. Il quale mette a confronto la personalità debole e sognatrice del protagonista con il suo alterego, ovvero l'autore stesso.Per chi volesse consultare l'intero volume in formato cartaceo, esso è disponibile presso la Biblioteca Nazionale di Napoli.

Atti del convegno di studi sulla drammaturgia civile e sull'impegno sociale di Eduardo De Filippo senatore a vita
Il volume, a cura di Elio Testoni ed edito da Rubbettino, raccoglie i testi delle relazioni, delle letture e delle testimonianze presentate al convegno sulla drammaturgia civile e sull'impegno sociale di Eduardo De Filippo, senatore a vita, organizzato dal Senato della Repubblica nella Sala Conferenze "Giovanni Spadolini", a Roma, il 9 novembre 2004. Questo link riporta all'anteprima del testo, in formato ebook, è presente su Google Libri. 

L'arte di Eduardo. Le forme e i linguaggi
Il saggio, curato da Roberto De Gaetano e Bruno Roberti, è stato pubblicato nella collana "Oltre il Cinema" da Luigi Pellegrini Editore nel 2014.  Gli autori hanno voluto sottolineare la forza di irraggiamento eduardiana che, superando i confini del teatro, si mescola a nuove forme di spettacolo, quali cinema e televisione. Il link riporta all'antemprima del testo, in formato ebook, presente in Google Libri. Il testo è consultabile in formato cartaceo presso la Biblioteca Nazionale di Napoli.

Eduardo: dizionario dei personaggi
Il testo, curato da Patricia Bianchi e Nicola De Blasi, è stato pubblicato da Osanna Edizioni nel 2014. Secondo l'intento degli autori, il dizionario svolge una prima funzione informativa, cui si aggiunge quella di approfondimento delle opere e dei personaggi, al di fuori degli usuali contesti di fruizione. Il link riporta all'anteprima del libro in formato Ebook, disponibile in Google Libri. Il testo è consultabile in formato cartaceo presso la Biblioteca Nazionale di Napoli.

Documenti Grafici

Internet Culturale
Al seguente link il sito Internet Culturale, che raccoglie cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane, offre una raccolta di materiali grafici sulla vita e sulle opere di Eduardo De Filippo disponibili effettuando la richerca nella sezione biblioteca diglitale.

ATN - Archivio di Teatro Napoli
L'Archivio di Teatro Napoli offre la possibilità di cercare all'interno dei fondi archivistici napoletanti materiali quali cataloghi, testi teatrali, edizioni musicali a stampa e periodici. L'archivio De Filippo comprende una raccolta di materiale fotografico di scena dagli esordi della Compagnia Scarpettiana al teatro di Eduardo.

Eduardo De Filippo in costume da Pulicinella
All'interno della pagina è possibile effettuare una ricerca di materiali, in base alla tipologia del documento e al titolo e/o autore dello stesso.

Archivio Luce
Effettuando la ricerca nel sito, relativa ad Eduardo De Filippo, sono reperibili una serie di documenti cinematografici e fotografici realizzati dall' Instituto Luce. Per ulteriori informazioni e materiali grafici visitare la pagina senato.archivioluce.it che offre una panoramica sui momenti più significativi della carriera politica di Eduardo.

(ultimo aggiornamento: novembre 2018)